La mamma voleva dare la possibilità ai suoi gemelli, di vivere separatamente, i medici temevano fosse troppo tardi

I medici eseguono con successo la chirurgia rivoluzionaria per separare i gemelli siamesi che condividono i loro organi.

Sagar Zalte era incinta di otto mesi quando i medici la informarono che aspettava due gemelli, ma questa non era l’unica bomba che stava per cadere su di lei. Fu solo quando Sagar diede alla luce i gemelli che i medici si resero conto che erano uniti allo stomaco, al fegato, alla vescica, all’intestino e al bacino.

Sagar e suo marito chiamarono i loro gemelli siamesi, Prince e Love Zalte, e subito si innamorarono di loro. Sebbene gli Zalte li amavano incondizionatamente, temevano che la loro comunità in India non accettasse affatto i ragazzi perché erano siamesi.

Sheetal ha detto che i membri della propria famiglia si sono rifiutati persino di posare gli occhi sui bambini e non volevano aiutare la famiglia in alcun modo.

Durante il primo anno di vita dei gemelli, i genitori lasciarono praticamente che nessuno li vedesse, decidendo di tenere i piccoli nascosti in casa.

Ogni volta che portavano fuori i ragazzi in pubblico, li coprivano per evitare sguardi e commenti sgarbati.

Quando Prince and Love avevano 9 mesi, i genitori portarono finalmente i bambini a incontrare il team medico dell’ospedale pediatrico di Wadia a Mumbai.

La chirurgia di separazione per gemelli siamesi è al tempo stesso rara e difficile da eseguire, ed i medici erano ancora più preoccupati di operare i gemelli perché li stavano incontrando per la prima volta così tardi nel loro sviluppo.

Tuttavia, Sagar e Sheetal avevano deciso che volevano dare ai ragazzi la migliore possibilità di vivere le loro vite separate.

Nel dicembre del 2017, i medici hanno separato con successo i gemelli di 15 mesi durante un estenuante intervento chirurgico di 12 ore.

L’operazione ha avuto un enorme successo e nel video qui sotto vedrai quanto stanno crescendo bene i ragazzi oggi!

Per fortuna a questi due gemelli la vita ha dato la chance di vivere in modo normale, nonostante un inizio abbastanza turbolento.

[Credit: Youtube/Barcroft TV]

Total
37
Shares
Related Posts