La donna che ha fatto un totale di 9 operazioni di chirurgia plastica per assomigliare a Ivanka Trump


Molte persone non possono fare a meno di paragonare il proprio aspetto a qualcun altro. Specialmente osservando alcune celebrità è inevitabile notare le differenze o le somiglianze nell’aspetto. Spesso molte persone utilizzano il make-up, il tocco di un parrucchiere o persino programmi come Photoshop, per riuscire ad assomigliare maggiormente ai loro divi preferiti ed ottenere un look davvero speciale.

Tuttavia alcune persone invece fanno dei passi veramente audaci. È questo il caso di Sarah Schmidt, una donna che nonostante fosse già molto carina, aveva il desiderio di assomigliare ad Ivanka Trump. Per questa donna, Ivanka era il vero simbolo della bellezza e per riuscire ad emularla si è sottoposta a ben 9 interventi di chirurgia plastica.


credit: Youtube/Inside Edition

Inoltre secondo quanto riferito da Sarah a Vanity Fair, le sue operazioni sono state completamente gratuite, grazie alla cortese concessione del chirurgo plastico Dr. Franklin A. Rose. Sicuramente questo servizio, diventato virale, è stato un’ottima pubblicità per questo medico, il che spiega perfettamente anche le motivazioni di questo suo gesto.

Il dottor Rose, infatti voleva dimostrare di essere in grado di ricreare perfettamente la somiglianza con la Trump, tuttavia osservando i risultati non possiamo confermare che la somiglianza sia perfetta. Certo Sarah è cambiata completamente rispetto al passato e si è avvicinata molto al suo obiettivo, tuttavia non è certamente possibile paragonarla ad una sosia di Ivanka.


credit: Youtube/Inside Edition

La ragazza ha pubblicato sui social le immagini e le clip della sua trasformazione, ma le reazioni della maggior parte del pubblico non sono state molto favorevoli. Nonostante sia indubbio che la ragazza sia molto bella, la maggior parte delle persone concorda sul fatto che non vi è quasi alcuna somiglianza con Ivanka.

Alcuni le suggeriscono persino di farsi rimborsare dal medico. Fortunatamente la ragazza è rimasta pienamente soddisfatta delle procedure e anche se ci sono volute sei dure settimane, per riprendersi dagli interventi chirurgici.