Il video di sorveglianza dell’autobus fa riflettere le persone in tutto il mondo

Gli eroi non sono solamente quelli che si vedono al cinema e a volte possono nascondersi sotto le spoglie di una persona veramente comune. Solitamente, i conducenti di autobus, sono additati come individui ostili e scontrosi. Specialmente nelle grandi città, dove il traffico e il caos fanno da padrone, non è semplice riuscire a svolgere questa professione in modo sereno e tranquillo e quindi incontrare un autista gentile è un evento alquanto raro.

Forse proprio per tale motivo, le registrazioni video di un’autista di autobus di Milwaukee stanno facendo scalpore in tutto il mondo. Il video mostra l’autista Natalie Barnes, che durante un suo turno di lavoro serale, in una notte particolarmente fredda, ha preso a bordo del suo mezzo un uomo anziano. Essendo soli, sul mezzo, i due hanno cominciato a parlare.

credit: Facebook/Dayton Daily News

Quest’uomo si chiamava Richard ed ha raccontato a Natalie di come di recente aveva perso la sua casa, dopo che questa è stata dichiarata inabitabile. L’uomo viveva ormai per strada da oltre una settimana e le sue condizioni dimostravano che era proprio al limite della sopportazione.

Senza molte parole, Natalie si è offerta di aiutare Richard, chiedendogli se avesse bisogno di qualcosa da mangiare e se voleva rimanere a scaldarsi sul suo autobus. Inizialmente Richard ha rifiutato timidamente l’invito, ma in seguito la fame e la stanchezza hanno avuto la meglio ed ha accettato l’offerta della donna.

credit: Facebook/Dayton Daily News

Richard è rimasto nel bus con Natalie per tutto il suo turno di lavoro, e una volta terminato questo, Natalie lo ha condotto ad un rifugio di emergenza che si occupa proprio delle necessità delle persone senzatetto. La donna si è anche offerta di acquistare a Richard i beni di cui aveva bisogno e ha chiesto all’anziano signore di rimanere in contatto con lei, per qualunque necessità dovesse avere in futuro.

Grazie alle azioni di Natalie e dell’agenzia di beneficenza, Richard è riuscito a trovare un alloggio e non dovrà più trascorrere le sue notti al gelo. Natalie elimina totalmente lo stereotipo dell’autista burbero e menefreghista, dimostrando che non è una professione a dettare la nostra tempra morale, ma è solamente il nostro spirito a farlo.

Total
0
Shares
Related Posts