Il preoccupante messaggio riemerso dalle “pietre della fame” per la siccità dopo secoli

I periodi di siccità sono un problema di ogni tempo, quando questo periodo è prolungato i problemi possono essere sociali ed economici. Esistono parecchi documenti che ci parlano di quest periodi nel corso dei secoli, ma nessuno è così evocativo come le “pietre della fame”, cioè i sassi in cui veniva scritta la data ed un messaggio per chi avrebbe riletto nel futuro quella scritta.

In Repubblica Ceca, nella citt di Děčín, è emersa una pietra della fame, proprio pre l’eccessiva siccità. Il messaggio che portava con sè non è di certo di felicità.

via Wikipedia

“Se mi vedi, piangi”, questo il messaggio che recita la roccia, che si sarebbe dovuta trovare sommersa dall’acqua. Il masso riportava alcune date come 1616 e 1417.

Questa tradizione era molto diffusa nell’Europa Centrale, sopratutto in Repubblica Cerca e Germania, in cui i periodi di siccità erano molto lunghi. Quando la siccità ha colpito la città, il fiume ha raggiunto i livelli minimi e sono riaffiorate tutte le pietre.

Fonte immagine Bernd Gross via Wikipedia – licenza CC BY-SA 3.0

Le iscrizioni raccontano la sofferenza della popolazione per la mancanza di acqua. E’ facile pensare quanto siano stati bruti questi periodi per le persone che si sostentavano solamente grazie al fiume.

Purtroppo su queste pietre non sono visibili solo le date antiche, ma anche quelle più vicine ai nostri giorni che sono proprio i periodi di siccità che vengono aggiunti.

Fonte immagine: Wikipedia – Pubblico Dominio

Ci sono date recentissime come 2015 e 2016. Da questo è facile capire come se un tempo la siccità era un fatto occasionale ora è qualcosa che accade più spesso.

Probabilmente ora le ripercussioni sulla popolazione saranno minori, dato le moderne tecnologie.

Ma la preoccupante frequenza con cui le pioggie scarseggiano è qualcosa che deve farci pensare tutti. Sarà per colpa del surriscaldamento globale?