Il pilota automatico di una Tesla salva la vita ad un ubriaco che si è addormentato al volante


La tecnologia ha ormai fatto dei passi da gigante e in certe situazioni riesce a salvare la vita a determinate persone che, per un motivo o per un altro ne hanno veramente bisogno. È esattamente quello che è successo al pilota di una Tesla che per via del fatto di essersi ubriacato al volante, stava per subire un incidente.

Fortunatamente il pilota automatico della vettura è intervenuto e ha evitato le peggiori conseguenze possibili. Tornando indietro di un paio d’anni fa, la sola idea di un autopilota inserito in una vettura era qualcosa di altamente fantascientifico… tuttavia la famosa compagnia di Elon Musk è riuscita perfettamente nell’intento ed è riuscita a dimostrarne l’efficacia, salvando diverse vite umane.


credit: Twitter/AustinTeslaClub

Una di queste è stata quella di un giovane norvegese che, durante il fine settimana, ha fatto un po’ troppo i bagordi. Dopo essersi ubriacato si è messo alla guida della sua macchina e si è addormentato mentre era per strada. L’automobile, dotata dei più avanzati sensori di riconoscimento, ha compreso che il proprietario non stava controllando il veicolo, quindi ha attivato il pilota automatico, impedendo lo scontro con altri veicoli.

Il video è stato registrato e condiviso nello stesso account Twitter della famosa società. Persino la polizia ha confermato l’accaduto, affermando che in maniera automatica, l’automobile si è fermata all’interno di una galleria, mentre alla guida si trovava un uomo di 24 anni completamente assopito. Questo video ha raggiunto una elevata visibilità online ed ha aperto anche numerosi dibattiti sul fatto che questi mezzi elettronici di sicurezza rappresentino una necessità o meno.


credit: Twitter/AustinTeslaClub

Certo, senza un dispositivo simile, la situazione sarebbe potuta essere davvero drammatica e un incidente sarebbe stato davvero inevitabile, tuttavia bisogna anche comprendere che potrebbero consentire a delle persone spericolate, di prendere l’auto anche quando le loro condizioni fisiche non lo consentirebbero.