Il grande Robert Redford, star di Hollywood, oggi 84enne rivela il suo rimpianto più grande

Chiunque conosca il cinema non può non conoscere il grande Robert Redford. Il grande attore di Hollywood è ormai presente da oltre 60 anni nel palinsesto cinematografico mondiale. Vincitore di innumerevoli premi, tra cui due oscar, ha anche creato nel 1990 un istituto cinematografico, il Sundance Institute, che sovvenziona le nuove promesse del cinema e fornisce materiale, professori e consulenze a tutti coloro che fanno parte di questo mondo.

L’attore ha confessato di aver avuto sempre il sostegno da parte della madre, che le ha dato tutto l’aiuto e il supporto possibile per aiutarlo a far crescere l’uomo che è diventato. Quella donna aveva piena fiducia nelle capacità del figlio ed è stata davvero tutto per Robert, ma purtroppo è deceduta quando aveva soltanto 40 anni.


Foto: Instagram/ The Robert Redford Post

Il suo nome era Martha Hart, era di origini texane e l’attore hollywoodiano la ricorda come una persona avventurosa che vedeva sempre tutto sotto una luce positiva. Ritiene anche che il forte legame che riesce ad avere con le donne sia dovuto agli influssi che la madre ha portato nella sua vita.

Robert rivela che la madre era stata avvertita da alcuni medici di un grave pericolo alla sua vita, infatti purtroppo la donna, 10 anni dopo la nascita del figlio, aveva subito la perdita di due gemelle durante il parto a causa di una emorragia legata ad una malattia del sangue. I dottori le avevano sconsigliato una ulteriore gravidanza perché sarebbe stata sicuramente pericolosa.

View this post on Instagram

* Robert Redford * …an 80th birthday celebration special! ✩ …a very young and *very* cute Robert with his *beautiful* mother Martha Redford (circa late 1930s) 'On the evening of August 18, 1936 in her third-floor room, Martha delivered a seven-pound, thirteen ounce boy. Charles Robert Redford Jr., the name Martha had already decided on, was a blue baby, rushed immediately to intensive care. "My mother said it was touch-and-go," Redford recalls. "There was a serious lack of oxygen in her blood often associated with congenital heart defects. None of this was ever properly diagnosed, because of the background religious conditioning and the restrictions of treatment and medication. It didn't look like I'd make it. With the medical care available then, very few blue babies survived. She was in the grip of terrible distress." After three days the baby stabilised. Martha, ever the resilient fighter, quickly regained her strength. To the Redford and Hart families, she sent out frilled blue cards announcing: "A welcome guest has come to stay. We thought you'd like to know the name, the weight, the day." The cards were signed "Mr & Mrs. Charles Redford" ~ quote extract from 'Robert Redford ~ The Biography' by Michael Feeney Callan ♡ #RobertRedford #HappyBirthday 🎈 ☀️ 💕

A post shared by The Robert Redford Post (@the_robert_redford_post) on

Ma la donna voleva così tanto una famiglia numerosa da voler tentare nuovamente di avere un altro figlio, ma purtroppo questa gravidanza ebbe come conseguenza la sua morte. Dopo tanto tempo il grande attore ha voluto rivelare a tutti il suo più grande rimpianto, che è quello di non aver potuto dire a sua madre quel “grazie” che ha sempre voluto dirle e che per un ragazzo della sua età era quasi una cosa scontata.

Infatti Robert aveva solo 18 anni quando subì la grave perdita e nonostante siano trascorsi molti anni, il ricordo della madre è sempre vivido nella sua memoria, e non passa giorno senza che l’attore non pensi con eterna gratitudine a lei e ai suoi sacrifici. Oggi l’attore ha 84 anni e nel 2018 dopo aver partercipato al set di “Old Man & the Gun” di D. Lowery, con Sissy Spacek, ha deciso di voler concludere la sua carriera da attore ma non quella di regista e produttore.

LEGGI ANCHE: Ricordate Simona Marchini di Piacere Raiuno o Quelli della notte? Ecco come la ritroviamo