I luoghi più spaventosi d’Italia: 7 luoghi da brividi per visitatori coraggiosi.

Ci sono dei luoghi, in giro per il mondo che risultano essere per molti davvero spaventosi o addirittura inquietanti. E non parliamo delle classiche case infestate, ma di veri e propri luoghi, spesso che fanno parte della storia, da poter visitare, ma che tendono a dare una sensazione davvero ansiogena.

In questo articolo vogliamo soffermarci però sul nostro bel paese, l’Italia in quanto forse non tutti sanno che proprio nello stivale esistono parecchi di questi posto.

Foto: Facebook/Genti e PaesiFacebook/Catacombe dei Cappuccini

Scopriamo allora insieme dove si trovano questi misteriosi luoghi considerati spaventosi, ma che sono sicuramente da visitare per la loro incredibile particolarità e la loro inquientante ma affascinante storia.

1. Cappella dei Morti – Otranto
La particolarità di questa chiesa di origini normanne, è certamente l’esposizione di ossa e teschi di 813 martiri massacrati nel 1480 e che sono stati posizionati al suo interno , anche dentro a delle teche di vetro. L’altare inoltre pare sia una pietra sulla quale vennero eseguite azioni indicibili.

2. Ca’Dario – Venezia
Ca’Dario è un famoso palazzo situato nella città di Venezia, la cui facciata si sporge sul Canal Grande. Famoso non solo per la sua bellezza, ma soprattutto per la sfortuna che ha accolto chi ne è stato proprietario. Proprio da qui la nomea di “palazzo maledetto” o addirittura “casa del non ritorno”. Infatti pare che tutti i suoi proprietari siano morti per cause tragiche.

3. Catacombe dei Cappuccini – Palermo
Il convento dei Cappuccini, nel cuore di Palermo, ospita le famose Catacombe, ovvero aree cimiteriali sotterranee. Al loro interno si trovano circa 8000 corpi ed è possibile andare a visitare questo particolare luogo. Tra i corpi, il più famoso è quello di Rosalia, una bambina di due anni, morta nel 1920, imbalsamata dal padre, che ancora sembra in perfette condizioni.

4. Mummie di Ferentillo – Terni
Ferentillo si trova nella zona sud dell’Umbria e proprio sotto la Chiesa di Santo Stefano è successa una cosa a dir poco sconvolgente. All’interno della cripta sono stati trovati dei corpi mummificati, molti dei quali si erano conservati bene. Si scopriì successivamente che la mummificazione era stata causata da un fungo. Successivamente è stato creato proprio il museo delle mummie, che è possibile visitare.

5. Museo delle anime del Purgatorio – Roma
Questo particolare museo espone vari documenti e testimonianze che dovrebbero confermare la reale esistenza del Purgatorio. Pare che infatti siano stati registrati casi in cui molte anime siano rimaste intrappolate tra paradiso ed inferno e che proprio queste vogliano attirare l’attenzione per riuscire a liberarsi. Il musoe è stato nel 1900 da Viktor Jouet, padre del Sacro Cuore il museo offre ai visitatori una collezione di documenti autentici,  unica nel suo genere in cui si possono osservare le tracce del fuoco lasciato dalle anime del purgatorio sui libri di preghiera.

6. Villaggio delle streghe – Triora
Verso la fine del 1500, in questo particolare luogo, ci fu una lunga carestia. Durante questo periodo alcune donne si incontravano di notte e per questo motivo vennero accusate di praticare stregoneria. Molte di queste donne, dopo il processo, vennero torturate. È stato poi creato un museo dedicato a loro, dove si possono trovare anche alcuni documenti di interrogatori e confessioni.

7. Poveglia, Isola del male – Venezia
Il reale nome di quest’isola è Poveglia ed è considerato uno dei posti più inquietanti di tutta l’italia. La leggenda racconta che un “guaritore” avesse maledetto l’isola in modo che questa non sarebbe stata mai più abitata. Proprio per questo le persone si rifiutavano di vivere lì e successivamente venne utilizzata come cimitero durante la peste nera. Inoltre, successivamente venne costruito un ospedale psichiatrico dove lavorava un medico che torturò e massacrò i suoi pazienti a causa delle sue cure molto sperimentali.