I gemelli Giannini ve li ricordate? Rosanna mise al mondo 6 gemelli, la sua storia ieri e oggi

Conosciuti come i “Gemelli D’Italia” i Gemelli Giannini, sono stati al centro dell’attenzione per tanto tempo.

Nati tra le 4.17 e le 4.24 l’11 gennaio del 1980, Linda, Roberto, Francesco, Fabrizio, Letizia e Giorgio, sorpresero tutti.

Quello di Rosanna Cavigli coniugata Giannini, fu il primo caso di parto plurigemellare in Europa in cui tutti i figli riuscirono a sopravvivere.

Rappresentarono per tanto tempo il volto bello dell’Italia, erano spesso ospiti in tv, riempivano le pagine dei giornali e furono protagonisti di spot pubblicitari.

La loro storia aveva appassionato tutti. Chi non li ricorda?

Molti i giornali che si occuparono della loro storia, curiosi di sapere come mamma Rosanna e papà Franco, riuscivano a crescere i loro sei gemelli.

Intervistata qualche anno fa da “La stampa” Rosanna ha raccontato che è stata dura crescerli, ma che è la crisi di oggi a destare più preoccupazione.

Negli anni ’80 vi era un’Italia più solidale, il paese in cui vivevano era un piccola comunità, ecco cosa ha raccontato la mamma dei sei gemelli

“Eravamo una comunità. Ogni giorno arrivavano sull’uscio i ragazzini del paese a suonare il campanello: “O Rosanna, che ce ne dai oggi due da curare?” E io gli davo i piccoli con una fiducia che oggi non potrei più permettermi”

Erano spesso sulle copertine di “Gente” ricorda Rosanna “quelli di Gente erano diventati una specie di zii putativi” Anche la Rai faceva spesso servizi in casa loro poi ad un certo punto però disse basta ad interviste e copertine.

Ad infastidirla il chiacchierio della gente che giudicava troppo e poi si era anche scocciata delle solite domande frivole ed era anche rimasta delusa, dell’ultimo invito in tv.

La supermamma, la grande famiglia e i sei gemelli, si allontanarono definitivamente dalle copertine dei giornali e dalla tv.


In una foto nel 1996

Rosanna ha raccontato che crescere sei figli non è stato facile e i pensieri ci sono tutt’oggi che i gemelli sono cresciuti. Fino a qualche anno fa solo due dei suoi figli avevano trovato un lavoro stabile, le due femmine sono insegnanti, mentre gli altri non erano ancora riusciti a trovare la loro stabilità.

E’ proprio il racconto di mamma Rosanna e della sua famiglia, che ci fa vedere ancora più chiaramente com’è cambiata l’Italia in tutti questi anni.

Ecco cosa aveva raccontato qualche anno fa Rosanna a Corriere.it

“E’ stata dura crescerli e continua a esserlo, perché uno si affanna tutta la vita per dare una posizione a questi figlioli.

Li vede crescere, li segue, si sacrifica e poi a trent’anni suonati quando solitamente si ha casa, famiglia un lavoro solido e magari pure qualche figlio, te li ritrovi sempre con un futuro pieno di incertezze.

E tutto questo nonostante siano ragazzi in gamba, che a me e a mio marito hanno dato tanta soddisfazione, ma perché oggi così gira il mondo”.

Total
132
Shares
Related Posts