Hai mai prestato attenzione al “preferibilmente” della data di scadenza? Ecco cosa potrebbe nascondere


Spesso acquistiamo un prodotto fresco non a lunga scadenza. E ci soffermiamo su una frase in particolare: da consumare preferibilmente entro il”. Questa frase in realtà non ha sempre un valore preciso, nel senso che la data di scadenza e la data in cui possiamo consumare quell’alimento non è quasi mai la stessa cosa. Ci sono tanti dubbi in merito e per questo oggi vogliamo fare alcune precisazioni.

Eccone un po’:
1. La data di scadenza, se anticipata dalla frase “consumarsi entro il”, indica la data oltre cui non possiamo più mangiare quel cibo. Va quindi gettato, e non consumato.
2. “Da consumarsi preferibilmente entro il” indica un prodotto che può essere ancora consumato. L’unico rischio a cui possiamo andare incontro è che alcune proprietà degli ingredienti possano essere sottoposte a delle variazioni.

Ci sono tre alimenti quali uova, carne e pesce che sicuramente vanno consumati entro la data di scadenza che possiamo leggere sulla confezione. Ma ci sono anche altri alimenti, specie quelli in scatola, ove abbiamo un margine di tolleranza molto più alto e infatti, quel “preferibilmente” acquista un significato tutto suo, tanto che la FAO e l’OMS si sono espresse a riguardo dicendo che tanti cibi vengono sprecati per questa cattiva interpretazione.

Prendete ad esempio lo yogurt. Tutti noi ne abbiamo un po’ in casa dato che si tratta uno degli alimenti più diffusi in tutto il mondo. Ecco, a questo proposito possiamo anche consumarlo se la data di scadenza indicata sulla confezione è passata da un po’, ma facciamo sempre attenzione a non esagerare, e soprattutto conserviamolo in frigo e con la confezione chiusa ermeticamente.

Se ci sono per esempio, infiltrazioni d’aria, odori strani, o anche colori particolari, è sempre buona cosa che venga buttato nella spazzatura. Significa che è andato da un po’. Fate attenzione, quindi. Il cibo va sempre considerato, prodotto per prodotto.

LEGGI ANCHE: TEST: Come sono le linee sulla tua mano? il test che rivela i dati sul tuo modo di amare