Antonella Clerici, la polemica incalza tra i dirigenti di viale Mazzini. Ecco cosa è venuto fuori.

Antonella Clerici dopo aver lasciato la conduzione de “La Prova del cuoco” tornerà presto in tv con un nuovo programma.

Si tratta del programma storico “Portobello” portato al successo da Enzo Tortora.

Ma in attesa dell’avvio di questo nuovo show, che la conduttrice condurrà insieme a Carlotta Mantovan, la vedova di Frizzi, la Clerici si è trovata in mezzo ad una polemica mediatica.

Infatti secondo quanto portato alla luce sul portale Tiscali News, dalla giornalista Monica Setta, nonostante la Clerici abbia lasciato il suo programma storico del mezzogiorno, ormai condotto dalla Isoiardi, continuerebbe a percepire una bella cifra per il cooking show di Raiuno.

Infatti sembra che ammoni a 230mila euro annui il compenso che arrivi alla Clerici per la Prova del Cuoco.

I dirigenti di Viale Mazzini, stanno cercando di capire come mai ancora la conduttrice riceva un compenso per il programma a cui ormai ha detto addio.

La notizia ha creato un po’ di scalpore, e lo stesso dirigente aziendale Fabrizio Salini, sta indagando sulla questione.

Il compenso “fantasma” destinato alla Clerici dalla Rai, in realtà sarebbe erogato perchè l’ex conduttrice del programma di cucina del day di Rai uno, sarebbe ancora consulente e autrice del programma.

L’editoriale della Setta svela anche che la Clerici avrebbe una esclusiva per il nuovo programma Portobello che partirà a breve. Per le 11 puntate di tale show dovrebbe percepire quasi due milioni oltre alla cifra per la Prova del Cuoco.

Con il cambiamento a cui mira il nuovo dirigente e soprattutto che hanno finora invocato Salvini e Di Maio, che hanno da sempre parlato di riduzione di costi e compensi per le celebrità della Rai, ci si chiede se in futuro saranno ancora possibili dei compensi di tal genere, per consulenze come quelle della Clerici per la Prova del Cuoco.

Insomma sembra che si sia innescata una grande polemica all’interno di Viale Mazzini per la scoperta di questi compensi.