Guai per Federico Fashion Style multato a Sassari. Il parrucchiere racconta la sua versione dei fatti

Non è la prima volta che il noto parrucchiere delle Vip Federico Fashion Style si trovi in mezzo alle polemiche. L’ hairstylist infatti pare che dopo alcune polemiche da Barbara D’Urso sia finito di nuovo nella bocca del gossip.

La sua esperienza e competenza nel lavoro è davvero nota a molte persone soprattutto nel mondo dello spettacolo. Il giovane infatti nel corso della sua esperienza lavorativa è riuscito ad avere un enorme successo anche grazie ad alcuni programmi televisivi, come “Il salone delle meraviglie” in onda su Real Time.

Un programma molto seguito soprattutto dalle sue clienti e da tante vip cui è solito prendersi cura. Di recente Federico si è trovato a dover gestire una situazione molto particolare. Infatti per lavoro si è recato in Sardegna. Ma come sappiamo il lockdown in Italia vale per tutti e pare che Federico abbia violato non poco la legge.

Nella giornata del 25 marzo, infatti, Federico Fashion Style pare abbia avuto problemi da sistemare con la polizia municipale che si è presentata nel salone per controllare e capire se il parrucchiere rispettasse tutte le norme igienico sanitarie. Pare che il parrucchiere sia stato pesantemente sanzionato dalla Polizia di Sassari, in quanto il salone di bellezza, nel quale si trovava, non rispettasse al pieno le regole sanitari e pare fosse troppo pieno.

Federico infatti in pieno tour si è trovato a dover aver a che fare con la polizia che lo avrebbe sanzionato per la presenza eccessiva di persone all’interno del salone. Lo stesso Federico infatti ha commentato l’accaduto con un po’ di amaro in bocca, anche se prima dell’accaduto l’hair-stylist avrebbe pubblicato un video dove mostrerebbe ai suoi amatissimi fans il salone pieno nonostante sia un momento così particolare in Italia.

Nonostante il covid pare che Federico avrebbe comunque registrato il sold-out all’interno del salone. Nonostante Federico abbia sottolineato più volte che utilizza tutte le misure di sicurezza durante l’attività lavorativa, pare che la Polizia non la pensi così. Il salone infatti non presentava all’esterno il cartello che indicava le persone che potevano stare all’interno. Inoltre pare che la distanza non fosse mantenuta in modo adeguato tra le clienti e il personale.

Quando è arrivata la polizia ha trovato all’interno 15 persone tra cui 6 dipendenti, 6 clienti e altre 3 in attesa. Un numero eccessivo secondo la normativa anticovid e lo spazio disponibile. Il parrucchiere però sulla sua pagina ha voluto pubblicare un video per chiarire meglio l’accaduto.