Grazie ad un video che aveva visto su Youtube si è salvato dall’attacco di un coccodrillo


Nel mondo, purtroppo, capitano degli incidenti molto brutti, causati a volte dagli animali. La natura di certe creature non può essere cambiata e se un animale è un predatore, per istinto farà quello. La vicenda di cui vogliamo parlarvi oggi è avvenuta ad Isaac Adidi. Questo ragazzo 22 enne è stato protagonista di un evento davvero spaventoso, che tuttavia si è risolto in maniera positiva grazie ad “un video su YouTube”!

Recentemente, questo giovane ragazzo stava trascorrendo una piacevole giornata con la sua compagna ed un amico, nuotando in uno stagno sulla penisola di Cape York, nel Queensland, in Australia. Durante la sua placida nuotata, tuttavia, un coccodrillo è emerso dall’acqua e lo ha afferrato e trascinato con sé sott’acqua.


credit: pixabay/miniformat65

La vicenda è apparsa immediatamente drammatica, ma fortunatamente Isaac, si è ricordato di aver visionato un video su internet che parlava di come sopravvivere nel caso di un attacco da parte di un rettile simile. Il video diceva infatti, di mirare unicamente agli occhi del coccodrillo, colpendoli ripetutamente.

Così Isaac ha cominciato ad infierire su quell’area dell’animale, che ha risposto liberandolo immediatamente dalla sua morsa. Nonostante le ferite riportate alla mano e alla schiena, il ragazzo è riuscito a nuotare fino a riva, mentre veniva inseguito dall’animale.

Per la gravità dei morsi, il giovane è stato ricoverato in ospedale, dove ha subito un intervento chirurgico. Fortunatamente le ferite non erano problematiche e il giovane si sta riprendendo perfettamente. Dopo la vicenda, ha deciso di condividere sui social le foto e il racconto ella sua vicenda. La storia di Isaac Adidi è riuscita a conquistare le attenzioni del mondo grazie alla sua prontezza ed è diventata virale.

Sembra che i video che insegnino come comportarsi in determinate situazioni siano davvero utili, dato che in casi come questo riescono decisamente a salvarti la vita. In tantissimi si sono congratulati con Isaac per essere riuscito a tener testa all’animale e per non essersi lasciato prendere dal panico, ricordando cosa fare in un momento di gravissima crisi.