Gli spettatori filmano mentre l’uomo rischia di essere arrestato e rompe la finestra per salvare il cane intrappolato nella BMW


Prendere in affido un animale domestico non è solo una questione di affetto o compagnia, perché tale decisione richiede senso di responsabilità. Accogliere un cucciolo in casa richiede tempo da dedicargli ed è assolutamente doveroso prendersi cura di lui. Tuttavia, non tutti i padroni di animali domestici hanno ben chiaro questo concetto così importante.

Ora che l’estate è ormai alle porte, i nostri amici a quattro zampe corrono anche il rischio di essere abbandonati dai loro proprietari irresponsabili. Inoltre, cani e gatti, vengono lasciati a volte in auto, mentre i loro padroni sbrigano delle faccende. E questo, unito alle elevatissime temperature che si registrano in questa stagione, può essergli addirittura fatale.


credit: Youtube/Inside Edition

In Canada un uomo si è trovato a dover fare i conti con un cagnolino lasciato chiuso in auto in piena estate. E pensate che pur di salvarlo, ha perfino rischiato di essere arrestato. La vicenda è avvenuta in Ontario, dove Mark Lewis si trovava al Festival di Grand Ben, come figura rappresentativa di una stazione radio. Mentre lo spettacolo andava avanti, Mark ha notato qualcosa che lo ha davvero allarmato.

Nel parcheggio adiacente allo spazio adibito al festival, un cagnolino era stato lasciato all’interno di una BMW nera, con tutti i finestrini chiusi. Il povero cucciolo non faceva altro che fare avanti e indietro all’interno dell’abitacolo, dimostrando forti segni di sofferenza. Quel giorno le temperature erano elevatissime, e il piccolo animale sembrava del tutto spossato dal caldo.


credit: Youtube/Inside Edition

Mark sapeva di dover far qualcosa e di non poter lasciare il cagnolino in quelle condizioni ancora per molto, oppure ci avrebbe rimesso la vita. Si diresse sul palco dove fece un annuncio per richiamare i proprietari dell’auto, in modo che potessero soccorrere il loro cane. Dopo alcuni minuti in cui non ottenne alcuna risposta, Mark capì che non c’era più un istante da perdere. Era arrivato il momento di agire, senza pensare troppo alle eventuali conseguenze.

Così, si diresse verso la BMW, prese un sasso e lo scagliò contro il finestrino dell’auto. Alcuni dei presenti, che non avevano ben compreso la vicenda, erano intenzionati a chiamare la polizia per denunciare l’uomo. Ma appena fu chiaro ciò che stava accadendo, ognuno di essi si schierò dalla parte di Mark. I primi due colpi di sasso non scalfirono neppure il finestrino, ma il terzo fu quello decisivo.


credit: Youtube/Inside Edition

Una volta rotto il vetro, l’uomo riuscì a sbloccare la serratura della portiera dall’interno, tirando così il cane fuori dall’abitacolo. Non appena prese in braccio l’animale, notò subito che il cucciolo era talmente bagnato da grondare gocce di sudore. Inoltre si sentiva del tutto spaesato, debole e in un visibile stato di confusione e disorientamento.

Dopo circa 50 minuti sopraggiunsero i proprietari dell’auto, e anche la polizia locale. Ma nessuno volle sporgere denuncia verso l’uomo o lo volle incolpare del suo gesto. Avevano compreso benissimo la gravità della situazione, e il sangue freddo dimostrato da Mark, aveva messo in salvo il cagnolino. Dopotutto, le circostanze tutelavano le azioni dell’uomo, dato che l’animale non ce l’avrebbe davvero fatta a resistere ulteriori 50 minuti.


credit: Youtube/Inside Edition

Vogliamo rendere omaggio al gesto nobile di quest’uomo, che pur non essendo sicuro di incappare o meno in cause legali, non ha esitato un istante. Se doveste imbattervi in situazioni simili, la prima cosa da fare è chiamare le forze dell’ordine, che hanno i mezzi e l’autorizzazione per forzare il veicolo. Ma, quando capite che l’animale sta veramente rischiando la vita, e che richiede un intervento immediato, forse sarebbe bene imitare il signor Mark. Vi lasciamo alla visione del filmato con il salvataggio del cagnolino: