Gli scienziati usano la tecnologia per scoprire la magia di questi minuscoli pezzi di legno

Questa collezione di miniature in legno intagliato comprende un grande numero di esemplari e da tempo fa davvero sconvolgere gli scienziati.
Le miniature in questione sono 135 e provengono da tutto il mondo. Alcune sono state trovate in musei altre in delle chiese o collezioni private di determinati collezionisti.
Alcuni scienziati, specializzati nello studio di questo tipo di manufatti, sono riusciti a raccoglierli per studiarli accuratamente e scoprirne i segreti che nascondo.

Grazie alle ricerche effettuate si è scoperto che i pezzi in questione sono stati realizzati tra il 1500 e il 1530, tra l’Olanda e il Belgio.
Proprio in questo periodo venne richiesta la realizzazione di opere religiose di altissima qualità create proprio con il legno.

Questa moda durò veramente per un breve periodo e quindi ben presto questi oggetti passarono di moda e non furono più creati, per via dello scarso interesse dimostrato verso di loro.
Per riuscire a scoprire tutti i dettagli di queste opere, gli scienziati si sono avvalsi di un avanzato sistema tridimensionale con software di analisi, e grazie a questo sono riusciti a scoprire tutte le informazioni di cui avevano bisogno.

Tramite scanner di precisione hanno potuto vedere i molti strati che compongono le opere e capire il tempo necessario per realizzarle. All’interno del legno sono stati trovati anche frammenti d’oro e di altri metalli preziosi, con cui sicuramente i creatori avevano arricchito l’opera.

La cosa che veramente ha stupito gli esperti, è che il livello di perfezione raggiunto in queste creazioni non poteva essere raggiunto facilmente nel XVI secolo, dato che oggi sarebbe possibile solo utilizzando macchinari molto elaborati, infatti alcuni pezzi in questione sono talmente piccoli da avere le stesse dimensioni di un ciuffo d’erba e i dettagli scavati nel legno, sono talmente perfetti da far dubitare che siano stati fatti a mano.