Gli scienziati trovano un gigantesco “scarafaggio marino” nelle profondità dell’oceano.

Sono molti i ricercatori e gli scienziati che cercano di esplorare il mondo marino e i loro abissi, in quanto pare che solamente il 5% degli oceani sia stato realmente setacciato. Capita sempre più spesso di trovare, nelle zone inesplorate, moltissime specie ancora sconosciute all’uomo e che, nella maggior parte dei casi, potrebbero addirittura spaventare.

Questa volta la scoperta è stata fatta dal team di ricercatori guidato da Peter Ng, capo del Museo di Storia Naturale “Lee Kong Chian” dell’Università Nazionale di Singapore, che ha avuto a che fare con un gigante abissale. L’isopode gigante, il cui nome scientifico è Bathynomus giganteus, è al momento la specie di isopode più grande conosciuta al mondo. Appartiene alla sottospecie dei crostacei della famiglia Cirolanidae.


credit: Facebook/St. John’s Island Marine Laboratory

Con una conformazione resistente e robusta, deve il suo nome alla struttura delle sue zampe: sette coppie uguali tra loro.Gli isopodi normali, solitamente non superano i 5 cm e riescono a sopravvivere ad una profondità marina di circa 2000 metri. Gli isopodi giganti, invece, hanno una lungezza che si aggira intorno ai 30 cm, anche se sono stati trovati esemplari di 75 cm e possono arrivare ad un peso corporeo di oltre 2 chili.

Questi particolari esemplari, vivendo nella parte più profonda dell’oceano, sono spesso predisposti al “gigantismo abissale”, ovvero un evento che, per riuscire a sopravvivere alle forti pressioni e alla bassa temperatura, li fa crescere in modo smisurato. Per chi abita i fondali marini, non è sempre facile trovare grandi fonti di nutrimento.

Solitamente questi esseri viventi si nutrono di resti di animali marini e secondo alcuni esperimenti, riescono a sopravvivere stando anche due mesi senza ingerire alcuna sostanza nutritiva. Questa specie animale è divenuta molto popolare in Giappone, dove vengono reputati incantevoli; sono soliti imbalsamarli e sul web è possibile trovare i loro peluches.

LEGGI ANCHE: Sapete perché questo trattore ha bruciato un campo agricolo?