Giovani salmoni “impazziscono” in un allevamento ittico tedesco dopo essersi presumibilmente avvelenati con la cocaina


Uno stranissimo comportamento è stato notato da un team di ricercatori in alcuni salmoni, che fanno parte di un allevamento nella regione tedesca del Sauerland. Nel giugno del 2020 un affetto alla pesca del comune di Kirchhundem ha notato che gli animali di questo allevamento avevano degli atteggiamenti davvero strani e atipici. L’uomo ha notato che l’intero gruppo di pesci tentava ininterrottamente di saltare fuori dall’acqua, come se fossero in preda al panico.

In un primo momento non è stato chiaro cosa potesse essere successo e pensavano si trattasse di una contaminazione dell’acqua in ingresso, che il pesce istintivamente cercava di evitare. Il giorno successivo i salmoni erano tornati al loro normale comportamento, il che ha lasciato percepire che non avessero subito danni permanenti.


credit: pixabay/8052601

Tuttavia in base alle analisi effettuate, sono state trovate delle tracce di una particolare sostanza, che non dovrebbe decisamente trovarsi nell’acqua… la cocaina. Ebbene sì… le analisi effettuate, tra le varie sostanze presenti hanno potuto trovare proprio questa sostanza stupefacente. Oltre ad essa anche altri pesticidi da agricoltura e residui di prodotti farmaceutici sono stati rinvenuti, in piccole quantità.

Non è stato possibile risalire al modo originale con cui queste sostanze sono entrate a contatto con le acque che si immergevano nella vasca, né, se qualcuno abbia “semplicemente” scaricato questi prodotti nelle acque. Sono stati vani i tentativi della polizia di rintracciare i colpevoli di questo atto e l’unica certezza è stata di aver assicurato che in quel torrente qualcuno praticava lo scarico illegale di sostanze.

Da quel momento l’area è stata tenuta sotto maggiore controllo e non si sono verificati nuovamente strani effetti indesiderati. Ancora oggi l’uomo ricorda con un certo sbigottimento il modo con cui quei poveri pesci tentavano di saltare fuori dall’acqua, come se non riuscissero più a riconoscere il loro stesso elemento naturale.