Esistono alternative “più ecologiche” dell’aceto? Ecco come disinfettare naturalmente

L’aceto si rivela sempre un valido alleato nella pulizia della nostra abitazione. Si tratta di un disinfettante naturale che aiuta a smacchiare e disinfettare molti spazi. Ma l’aceto non sempre fa bene agli ambienti su cui viene usato. Questo perché, al suo interno, troviamo l’acido acetico, che va ad attaccare l’ecosistema. È un acido corrosivo che crea diversi danni specie agli ambienti marini e al popolo dei pesci.

L’aceto in tanti casi arriva a corrodere i metalli e rilascia nichel, cosa che certo non può essere salutare, anzi può scatenare diverse allergie in tanti di noi. Fra le altre cose, visto il suo potenziale dannoso, questo materiale può inficiare anche il funzionamento di lavatrici, superfici, marmi e tanto altro. Ecco, non è quindi consigliabile usarlo per lavare vestiti, ad esempio. Ma questo anche perché, come dicevamo, usarlo in grosse quantità finirà inevitabilmente per finire nelle fogne, in grosse quantità appunto, danneggiando l’intero ecosistema.


credit: pixabay/evita-ochel

L’aceto, altresì, può essere ottimo se usato per rimuovere i cattivi odori dai materassi, dai tappeti o da tante altre superfici. Inoltre si rivela molto utile per il frigo, il vetro e il pavimento. Ma se volete proprio saperlo, l’aceto trova validi sostituti in sostanze come il bicarbonato di sodio, l’acido citrico, il limone, il sapone di Marsiglia, gli oli essenziali.

Ecco, non avete insomma che l’imbarazzo della scelta per provare a sperimentare qualcosa di diverso dall’aceto. Ma a questo punto, l’ultima parola sta a voi: da quale ingredienti vi farete rapire prossimamente? Fateci sapere la vostra nei commenti e diteci in quali altre occasioni avete mai usato l’aceto per lavare e disinfettare ambienti, capi e vestiti. Ricordate di seguire i nostri consigli e di condividerli con i vostri migliori amici. Ne sarete certo soddisfatti.

LEGGI ANCHE: Suggerimenti per risparmiare energia con il frigorifero