Elimina il terribile odore di muffa dal tuo armadio con questi semplici consigli

La muffa è una tipologia di funghi, che va a ricoprire alcune superfici. La sua presenza nella maggior parte dei casi non crea problemi all’organismo anche se, stando troppo a contatto con essa è possibile che causi problemi all’apparato respiratorio. Purtroppo, a causa dell’umidità, è possibile che questa si insinui all’interno degli armadi, andando ad intaccare i nostri capi di abbigliamento.

Questo accade soprattutto a causa della scarsa ventilazione che c’è all’interno dei nostri armadi e alla poca esposizione alla luce solare. In questi casi bisogna agire nel minor tempo possibile, in modo tale che la muffa non si insedi anche sui nostri vestiti, diventando inoltre difficile da rimuovere e rischioso per la nostra salute.

Scopriamo allora insieme qual è il metodo perfetto per riuscire a sbarazzarci di questo fastidioso problema in poco tempo, donando così nuova freschezza a l’interno dei nostri mobili. La prima cosa da fare è rimuovere tutti i nostri abiti dall’armadio controllando se la muffa li abbia intaccati e in caso procedere al loro lavaggio.

Se la muffa all’interno del mobile è concentrata solamente in una piccola zona del nostro armadio, è possibile liberarsene semplicemente miscelando acqua ossigenata e bicarbonato di sodio, versandola all’interno di un flacone con erogatore spray e applicandola sulla superficie interessata. Se invece ci rendessimo conto che, non solo l’armadio, ma anche il muro sia immerso nella muffa, allora sarà il caso di farsi aiutare dalla candeggina.

Miscelando infatti questo prodotto, in parti uguali con dell’acqua e applicandolo sulle zone interessate, saremo in grado, strofinando energicamente, di eliminare definitivamente questo spiacevole problema. A questo punto non resterà che far asciugare il tutto naturalmente, aspettando il tempo necessario, prima di riposizionare il tutto al suo posto. Ricordiamo sempre di far arieggiare i nostri armadi il più possibile, cercando di tenere spesso le ante aperte, e anche la stanza deve essere ben arieggiata, così da evitare accumulo di umidità e condensa che causano la sua formazione.