Cuce mascherine a mano e le regala. Irene una giovane sarta pugliese, ne ha prodotte già 1000 lavorando pure la notte.

Ormai il Coronavirus è diventata una pandemia, e la paura ufficiale di tutti gli italiani. Ma non sono certo tutti quelli che si arrendono. Anzi in questi giorni è iniziata una incredibile macchina della solidarietà, che ha visto chiunque dal più ricco al più povero donare qualcosa e aiutare il prossimo.

Non è più possibile uscire oggi, ma a volte capita di doverlo fare. Per farlo è sempre importante indossare i dispositivi di protezione, soprattutto per chi ha altre patologie, come la mascherina.

Foto:  Facebook/Irene Coppola

Purtroppo ormai sono diventate quasi introvabili, e ovunque si vada la reperibilità è sempre scarsissima. Così una stilista di Gallipoli, Irene Coppola, ha lanciato una iniziativa dal suo profilo Facebook, e ha da subito riscosso un grande successo.

La sua idea è stata quella di produrre mascherine, tutte fatte rigorosamente a mano, con un materiale diverso dal solito. Ha infatti pensato di farle con la “pelle d’uovo” un tessuto particolare che permette la sterilizzazione.

Le mascherine infatti possono essere bollite, e quindi sterilizzate, senza alcun problema, riducendo il rischio di contagio. “Sono fatte come ai vecchi tempi” ha scritto la stilista, con una punta di orgoglio.

Ma, oltre a questa bellissima idea, Irene Coppola ha addirittura pensato di non prendersi alcun ricavo per questa sua opera. Le mascherine infatti ha deciso di donarle gratuitamente a tutte le persone che ne hanno più bisogno.

Sono stati in moltissimi a contattarla sui social e a chiederne di averne alcune, tutti per lo stesso identico motivo. Insomma tanti i messaggi e i commenti di chi vorrebbe le mascherine da indossare per essere più sicuro quando devo varcare la porta di casa.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2865081486903973&set=a.369236306488516&type=3&theater

Irene Coppola si è messa subito a lavoro nel suo laboratorio per cercare di farne altre. Il lavoro è stato incessante, lavorando tutta la notte senza chiudere occhio. Sul suo profilo internet ha scritto “Sono stanca ma molto soddisfatta – ha scritto l’11 marzo alle 3,30 – pronta per donare le mascherine. Tutti uniti ce la faremo”.

Oggi, 12 Marzo, ha fatto sapere di aver prodotto ben 1000 mascherine, e, già dalle 9 del mattino, è pronta per la consegna. “Coronavirus noi non ti temiamo!”.

Un bel gesto quello di Irene che speriamo possa essere d’aiuto e anche d’esempio per molti altri.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2867460496666072&set=a.369236306488516&type=3&theater

Potrebbe interessarti anche: Coronavirus, il video della Polizia di Stato che spiega come non subire sanzioni : “Istruzioni fondamentali”

Total
14
Shares
Related Posts