Cosa succede al tuo corpo se mangi due kiwi al giorno.

Il kiwi è un frutto che apporta innumerevoli benefici al nostro corpo e combatte la stanchezza e le rughe. Succoso, dolce, a volte più aspro in base alla maturazione. Si è diffuso in Europa alla fine del 900, mentre in America arriva poco più tardi, negli anni 60. Si tratta di un frutto molto popolare specie a inizio autunno e per tutto l’inverno.

Questo particolare frutto ha numerose proprietà benefiche ve ne sveliamo alcune:
Ha proprietà lassative, infatti è un ottimo rimedio contro la stipsi per il suo apporto di fibre. Consumarne tutti i giorni, ci fa sicuramente bene.
Dà energia e combatte l’anemia, grazie a Sali minerali come calcio, potassio, fosforo. La vitamina B9, inoltre è fondamentale per il ferro e ci aiuta a combattere l’anemia.

Combatte i malanni di stagione grazie alla Vitamina C che è ottima contro influenza raffreddore e inoltre aiuta le forze del nostro sistema immunitario.
Abbassa il colesterolo, grazie all’acido proteico del kiwi che tiene a bada la nostra pressione sanguigna, specie per il potassio di questo frutto.

Aiuta a dimagrire, dato che contiene poche calorie e favorisce un forte senso di sazietà.
Fa bene agli occhi, grazie alla vitamina C e riduce il rischio di degenerazione maculare. Inoltre la luteina protegge dai raggi nocivi.
È un ottimo antiossidante, e mangiandolo, riusciamo anche a contrastare i segni del tempo, come dicevamo in apertura al pezzo: le famose rughe che si formano sulla nostra pelle dopo una certa età.

Ha benefici enormi sulla pelle e sui capelli, e ha un grande potere rinfrescante. Inoltre dimostra una forte efficacia anche durante la gravidanza: l’acido folico infatti aiuta a prevenire i gonfiori e riduce il rischio di problemi durante questo delicato periodo per la donna.
Il kiwi può essere mangiato sia come frutto a sé, ma è ottimo anche per dolci come crostate alla frutta, può essere aggiunto ai cereali, e molto utile per la preparazione di frullati e di centrifugati. Ottimo anche quando è maturo, diciamo che possiamo conservarlo in frigo per non più di quattro giorni. Ideale da consumare la sera prima di andare a letto.

I semi all’interno del frutto non lo rendono comunque molto adatto a chi soffre di problemi al colon e non è consigliato durante il periodo dell’allattamento, specie se qualcuno è allergico. Si consiglia, come un po’ per ogni cosa, un uso e consumo non eccessivo del frutto: massimo due o tre al giorno possono bastare.

Potrebbe interessarti anche: Cosa succede al tuo corpo se bevi ogni giorno latte. Quello che non sapevi.