Cosa succede a chi mangia ogni giorno prosciutto cotto? Ecco la risposta!

Il prosciutto cotto è un alimento molto amato. Ma cosa succede a consumarlo tutti i giorni? Va detto che la carne è molto importante per il nostro corpo, e ci fornisce alcune proteine essenziali. Le carni bianche, quali pollo o tacchino, sono carni magre e il loro basso impatto calorico è essenziale per una dieta dimagrante che ci aiuta a ridurre il nostro peso.

Le carni rosse sono nutrienti e son ricche di un minerale come il ferro, che aiuta il sangue e sfavorisce la comparsa di anemia. Le carni rosse, quando sono lavorate e subiscono processi di salagione, stagionatura e via dicendo, non sono così salutari, dato che queste lavorazioni insieme ad una cottura ad alte temperature, finiscono per modificare le molecole della carne. In tanti si chiedono se anche il prosciutto cotto abbia tale pericolo.

Il cotto fa parte delle carni rosse lavorate, e quando consumato in eccesso, può portare il nostro organismo su strade non troppo sicure. Contiene nitriti che ne aumentano il sapore e vengono aggiunti per eliminare il rischio della presenza della tossina botulinica. I nitriti sono però anche potenziali prodotti cancerogeni che possono avere controindicazioni sul nostro corpo.

Chi consuma quotidianamente questo alimento non fa benissimo e potrebbe incappare in rischi per la propria salute, è bene quindi limitare il consumo di insaccati a un paio di volte la settimana massimo, variandoli un po’.

Scegliamo pezzi magri e soprattutto accertiamoci della provenienza sicura dell’alimento, verifichiamo che non abbia troppi conservanti come polifosfati e glutammato e soprattutto che abbia un contenuto ridotto di grassi e di sale. Ecco, se scegliete di mangiare certe cose, ma questa è una regola che potrebbe valere per tutto, è bene stare sempre attenti alla qualità del prodotto.

LEGGI ANCHE: Posiziona l’impasto della pizza in uno stampo per cubetti di ghiaccio e metti 3 ingredienti. Una ricetta stupefacente!