Cosa non fare per evitare che le uova sode si rompano


Le uova risultano essere, per la maggior parte delle persone, uno degli ingredienti più semplici da cucinare. Oltretutto le uova sono un alimento semplice, gustoso e nutriente, che riescono a donare al nostro organismo un giusto apporto proteico.

Ma vi siete mai chiesti come mai, nonostante le cuocete fino a renderle sode, spesso queste si rompano? Esistono alcuni errori che commettiamo nel preparare le nostre uova sode e facendo più attenzione potremmo facilmente evitarli, dunque vi spiegheremo come evitare di rompere il guscio delle uova durante l’ebollizione.

Sembra infatti che se uscite le uova dal frigorifero e le mettete direttamente a contatto con dell’acqua calda, si rompano molto più facilmente del normale. Ricordatevi quindi, quando volete cuocere le vostre uova, di tenerle per un certo periodo a temperatura ambiente.

Infatti, la rottura del guscio, avviene proprio per un surriscaldamento dei gas contenuti all’interno che si espandono fino a raggiungere gli eventuali punti deboli del guscio, arrivando quindi a romperlo. Portando le uova a temperatura ambiente, prima di immergerle nell’acqua, questo processo viene rallentato moltissimo.

Se avete fretta e non potete aspettare che si scaldino da sole, potete bagnarle per un breve lasso di tempo, sotto l’acqua tiepida del rubinetto. Appena le uova sono alla giusta temperatura, basta adagiarle sul fondo della pentola piena d’acqua.

Se volete sfruttare un vecchio rimedio della nonna, per permettere alle proteine dell’albume di coagulare più in fretta ed evitare le spaccature del guscio, aggiungete un cucchiaino di aceto all’interno della pentola prima di accendere il fuoco.

Foto: pixabay/Charly_7777

Per ottenere le perfette uova sode, dovrete calcolare esattamente 8 minuti da quando l’acqua comincia a bollire. Se aspetterete meno tempo avrete il famoso uovo barzotto, in cui l’albume risulta sodo, mentre il tuorlo non lo è del tutto. Se invece aspetterete oltre, il tuorlo assumerà un colore verdastro…è sempre perfettamente commestibile, ma il colore non sarà certamente invitante.