Cosa accade quando si “scrocchiano” le dita? Ecco la verità!


Forse lo fai semplicemente come un gesto abitudinario o per riscaldarti prima di un allenamento. In realtà è qualcosa che abbiamo fatto tutti almeno una volta nella vita, tutti abbiamo scrocchiato le nostre dita per alleviare quella strana sensazione di rigidità che coinvolge le nostre articolazioni.

Sicuramente avrai sentito dire che scrocchiare le dita in quel modo che ben conosci è qualcosa di negativo per le articolazioni e che potrebbe aumentare il rischio di artrite in futuro. In realtà, questo gesto non è qualcosa di assolutamente negativo, come molte volte si crede.

Molte persone pensano che il suono che sentiamo, il clic delle articolazioni che sentiamo quando scrocchiamo le ossa, è effettivamente prodotto da una sorta di attrito tra le ossa. Ma la buona notizia è che quel rumore ha poco a che fare con le ossa.

In ogni articolazione c’è qualcosa chiamato liquido sinoviale, un fluido con la consistenza del bianco d’uovo. Questo fluido funge da lubrificante tra le ossa per facilitarne il movimento e svolge un ruolo chiave nel caratteristico clic che sentiamo.

Il suono arriva da una sorta di “esplosione” che proviene da un vuoto che si forma nel liquido sinoviale. Il suono arriva dallo spazio che si crea tra le ossa, la cavità vuota viene improvvisamente riempita dal liquido.

Uno studio del 2011 ha dimostrato che non vi era relazione tra lo schiocco e lo sviluppo dell’artrite. Un dottore di nome Unger ha condotto un “esperimento” per testare questa cosa. Questo dottore ha scrocchiato le dita della mano destra per 60 anni, e mai quella della sinistra. Ha scoperto poi di avere la stessa flessibilità in entrambe le mani.

Le conseguenze che possiamo avere è una riduzione della forza di presa e il rischio sussiste per alcuni legamenti. Se sei uno di quelli che ha questo vizio, allora fallo delicatamente e non molto spesso, ma i rischi che corri sono minori di quelli che credi.