Come si puliscono le ringhiere?


Quando si tratta di faccende domestiche, spesso senza rendercene conto, ci dimentichiamo di alcune zone o elementi della casa che in realtà avrebbero bisogno di una pulizia più costante. Ad esempio le ringhiere, che si tratti di quelle dei balconi o delle scale, di qualunque materiale siano fatte e che siano da esterno o da interno, non viene mai data loro la giusta importanza e spesso e volentieri finiscono nel dimenticatoio.

In realtà è molto importante offrire loro la giusta igienizzazione, sia che si tratti di quelle esterne che di quelle interne. Tra escrementi di uccelli, polvere, agenti atmosferici, il continuo passaggio di mani diverse, le ringhiere dovrebbero essere pulite più spesso di quanto si possa pensare. Inoltre non tutti sono a conoscenza del fatto che è possibile offrire una perfetta detersione alle nostre ringhiere, utilizzando degli ingredienti totalmente naturali. Scopriamo allora insieme cosa utilizzare in base al materiale con le quali sono costruite, in modo tale da non rovinarle.


credit: pixabay/Cseperke

1 Ferro battuto
Sicuramente le più conosciute ed utilizzate, molto resistenti alle intemperie e anche abbastanza semplici da pulire. Per una perfetta igienizzazione è consigliabile utilizzare una miscela creata con succo di limone e aceto bianco. Questi due ingredienti andranno versati in abbondante acqua calda e una volta che il tutto sarà ben amalgamato, non ci resterà che passare il composto su tutta la superficie aiutandosi con una spugna non abrasiva.

Concludere risciacquando con acqua tiepida. Anche il sapone di Marsiglia è un grande alleato, soprattutto quando sul materiale sono presenti segni di ossidazione e calcare. La prima cosa da fare in questo caso è inumidire la zona interessata e subito dopo, aiutandosi con una spugna imbevuta in acqua e sapone di Marsiglia, strofinarla delicatamente.

2 Marmo
Di estrema delicatezza, solitamente sono situate in palazzi antichi o nelle terrazze. Un ottimo metodo per pulire il marmo senza rovinarlo è quello di utilizzare una miscela di acqua e gesso in polvere. Una volta creato un composto abbastanza pastoso, applicarlo sulla ringhiera e lasciarlo agire per circa 30 minuti. Concludere il procedimento risciacquando con acqua tiepida e sapone di Marsiglia e successivamente solo con acqua.


credit: pixabay/Tama66

3 Legno
Sicuramente, meno utilizzate in esterno ma molto belle da vedere, è probabile trovarle soprattutto nelle zone di montagna. Sono molto delicate e per questo motivo hanno bisogno di una maggiore cura e manutenzione per farle durare il più a lungo possibile. Un grande alleato in questo caso è l’aceto bianco da miscelare all’acqua tiepida da applicare sulla superficie e lasciarlo agire per circa mezz’ora. Per una maggiore lucidità è possibile aggiungere all’aceto una piccola quantità di olio di oliva.