Come si formano gli iceberg? Fatti curiosi su di loro

Si tratta di blocchi di ghiaccio di enormi dimensioni che fluiscono in diverse direzioni e navigano alla deriva, per così dire. Negli oceani la loro resistenza è di circa dieci anni prima di sciogliersi. Il loro processo di formazione è molto interessante, in generale, la grande maggioranza degli iceberg che esistono negli oceani hanno origine in Groenlandia e in Antartide, e quando arrivano in mare, una volta raggiunta la profondità sufficiente, iniziano a galleggiare e si separano dalla massa di ghiaccio unica che hanno formato in passato.

È un processo molto lungo e costante nel tempo, dato che l’accumulo e la condensazione della neve sulla calotta glaciale dà luogo a un graduale movimento verso il mare. Gli scienziati non sono mai o quasi mai in grado di prevedere la direzione degli iceberg poiché dipende dalle correnti oceaniche che prendono, che ne pregiudica la direzione. Uno dei dati più interessanti è che l’85% della massa degli iceberg si trova sott’acqua.


credit: pixabay/358611

La loro forma è una chiara indicazione della loro età e della loro origine natale. Mentre gli iceberg tabulari, così il loro nome, derivano dalle piattaforme di ghiaccio naturali, gli iceberg di forma irregolare provengono dalle lingue dei ghiacciai galleggianti. Per quanto possa parere, almeno in un primo momento, incredibile, son stati trovati iceberg tabulari alti fino a 300 metri e 400 milioni di tonnellate di peso.

Secondo molti scienziati l’acqua potrebbe rifornire una città come Madrid, quindi con un enorme tasso di popolazione, per un anno intero. Ma sappiate che l’acqua di cui son formati questi enormi ghiacci non è salata, e ci sono marchi che la vendono anche in bottiglia, sotto forma di ghiaccio da inserire in drink e bevande alcoliche a nostra scelta. Un’esperienza più unica che rara, provare per credere.

LEGGI ANCHE: Ecco i 5 errori più comuni che si commettono quando ci si lava il viso.