Come rimuovere immediatamente lo scricchiolio di porte e finestre


Abbiamo diversi modi su come rimuovere il fastidio scricchiolio di porte e finestre. A volte, se proprio non sappiamo come fare, potete anche seguire i suggerimenti che vi consigliamo oggi.

Sono molto facili da seguire e non vi faranno più sentire quel fastidioso rumore che tanto odiamo.
Seguiteci.

Olio d’oliva
Ebbene sì, l’olio è ottimo anche per risolvere tale tipo di problema. È anzi fra i rimedi più usati e in voga. Versare 2 cucchiai (zuppa) di olio d’oliva su un panno morbido e passare tutte le cerniere che presentano scricchiolio. Per rimuovere l’olio in eccesso, il giorno successivo, basta pulire un panno umido con acqua e detergente neutro.

Sapone
Basta prendere la metà di una saponetta classica e strofinare su tutte le parti rumorose della casa. Dopo 2 ore di applicazione del sapone, passare un panno asciutto sui cardini per rimuovere l’eccesso.

Vaselina
È un ottimo lubrificante che possiamo comprare anche in farmacia. Nell’applicazione possiamo usare anche una spazzola morbida, e applicare una vaselina in ottima quantità su tutte le finestre e le porte che si stanno sgretolando. Un’ora dopo aver applicato la vaselina, possiamo usare un panno morbido e asciutto per rimuovere la materia in eccesso. I risultati saranno incredibili, ve lo garantiamo.

Vi ricordiamo che quando usate questi metodi fatti in casa, dovete anche rimuovere la polvere in eccesso su porte e finestre. La polvere, infatti, può provocare il rumore che tanto odiamo, e puo’ accumularsi nelle aree più complesse da pulire. Spolverare, spolverare, spolverare con costanza ci darà una grande mano. Magari aiutiamoci anche con un’aspirapolvere elettrico, capace di raggiungere i punti più difficili e di impedire l’accumulo di grandi quantità di polvere.

Controlla i segni di ossidazione. A volte l’umidità compromette i nostri mobili in casa e non solo. In caso le attaccature siano ossidate non ci resta che, ahimè, sostituirle.

Inoltre, potete usare, una volta l’anno, olio lubrificante sulle parti sensibili.
Su prodotti di legno vi consigliamo detergente neutro, alcol, acqua e panno umido. Siamo sicuri che questo consiglio vi sarà di grosso aiuto.

Leggi anche: Come pulire il piano cottura in vetroceramica (a induzione). Facile, veloce ed economico