Come rimuovere il calcare dai rubinetti in tre passaggi


Tra i problemi più comuni che si possono riscontrare durante la pulizia, in particolare delle zone del bagno, è la presenza del calcare. Questo infatti si forma soprattutto nelle zone dove viene utilizzata una maggiore quantità di acqua e dove si crea maggiore ristagno di umidità.

Il calcare si crea a causa della presenza di calcio e magnesio all’interno dell’acqua che vanno ad aumentare la sua durezza; più l’acqua sarà dura, maggiore sarà la formazione di calcare. Oltre al problema estetico che può portare, le formazioni di calcare possono anche causare danni alle tubature, portando non solo ad una diminuzione della pressione dell’acqua, ma ad un vero e proprio intasamento.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di svelare un semplice rimedio naturale in grado, non solo di donare nuova lucentezza ai nostri rubinetti, ma anche di eliminare definitivamente il problema del calcare e dei suoi intasamenti. Tutto ciò di cui avremo bisogno sarà un panno in microfibra e della farina.

Scopriamo quindi insieme come liberarci in modo definitivo del calcare con pochi e semplici passaggi.
• La prima cosa da fare sarà prendere un panno pulito e asciutto ed utilizzarlo per rimuovere dal rubinetto tutto lo sporco in eccesso che potrebbe esserci su di esso.
• A questo punto, armati di farina, andiamo a versarla su tutte le zone interessate dal calcare, lasciando che il prodotto agisca per circa 15 minuti.
• Una volta trascorso il tempo necessario, utilizzando sempre un panno pulito ed asciutto, andiamo a rimuovere minuziosamente la farina, prestando attenzione che non ne rimanga alcuna traccia.

Ovviamente esistono anche altre soluzioni naturali che possono aiutarci a rimuovere definitivamente il problema del calcare:
• Versare dell’aceto bianco in un sacchetto di plastica che andremo successivamente a legare al rubinetto intasato dal calcare, lasciandolo agire per tutto la notte. Concludere risciacquando il tutto con cura e asciugare.

• Tagliare un limone e strofinarlo sulle zone in cui il calcare è presente, ricordando sempre di risciacquare abbondantemente ed asciugare con cura.
• Anche il dentifricio ed il bicarbonato di sodio sono ottimi alleati e basterà semplicemente strofinarli nelle zone interessate aiutandosi con un panno umido.