Come pulire velocemente i carciofi: cosa fare

I carciofi sono degli ortaggi ricchi di proprietà benefiche per il nostro organismo. Sono infatti ottimi alleati per il fegato, in quanto riescono a ripulirlo dalle tossine, favorendo inoltre la diuresi.

Sono ricchi di potassio e ferro ed aumentando il flusso biliare, sono un perfetto ingrediente da assumere nelle diete di chi soffre di diabete. Portroppo però, spesso capita di evitare il loro acquisto al solo pensiero di doverli ripulire prima di cucinarli e gustarli.

Foto: pixabay/forstefany

Esiste per fortuna un metodo in grado di farci pulire questi salutari ortaggi in modo semplice e veloce. Scopriamolo insieme. I carcifi si presentano a forma di fiore e spesso quando li acquistiamo, solo dopo ci rendiamo conto che sono molto verdi ma soprattutto molto chiusi.
La prima cosa da fare è quella di indossare i guanti, in modo tale che, pulendoli non si corra il rischio che le mani diventino nere.

Una volta protette le nostre mani, prenderemo il nostro carciofo e andremo ad eliminare, con l’aiuto di un classico coltello da cucina, il suo gambo. A questo punto andremo a rimuovere le foglie più esterne che risultano essere quelle più verdi, ma soprattutto più dure, rimanendo tali anche dopo la cottura.

Una volta completata questa operazione, andremo a riprendere il coltello per andare a tagliare le punte delle foglie dei nostri carciofi, effettuando un taglio ben netto. Adesso che sono pronti, è ora di procedere con il loro lavaggio, che andrà effettuato all’interno di una ciotola contenente acqua, sale e limone.

Foto: pixabay/Free-Photos

In questo modo si puliranno alla perfezione e grazie al limone, si eviterà che si possano annerire, prima di essere cotti per la preparazione della nostra pietanza preferita. I carciofi sono ottimi da cucinare in molti modi; semplicemente bolliti, fritti, mantecati con un risotto. Ognuno di noi si può sbizzarrire a trovare la propria ricetta preferita.