Come pulire il mocio ed eliminare il suo cattivo odore!

Non è mai facile pulire il nostro mocio. Si tratta di un oggetto che usiamo per lavare a terra nella nostra casa e che è quindi sempre a contatto con acqua, detergenti, batteri e tanto altro. Se non ce ne prendiamo cura nel modo giusto, beh, le cose potrebbero mettersi male. Il suo tessuto, la sua fibra, potrebbe sprigionare da un momento all’altro un pessimo odore.

Non ci resta, quindi che seguire i consigli che oggi stiamo per darvi. Siamo sicuri che riuscirete a farne tesoro, com’è giusto che sia. Come dicevamo prima, pulire il mocio è fondamentale. È forse uno dei pochi oggetti per la pulizia della casa, insieme alla scopa, che sia classica o elettrica poco importa, che tocca ogni stanza della nostra casa.


credit: pixabay/klimkin

Tutti dobbiamo lavare a terra, su questo non si discute, ovviamente. Ora che abbiamo confermato questo aspetto, dovremo imparare a lavarlo, seguendo pochi semplici passaggi. Avremo bisogno di: secchio, sapone o candeggina con detersivo, guanti in lattice, aceto bianco, tre limoni.

Ora vediamo i passaggi in dettaglio.
1. Versiamo acqua nel secchio. Aggiungiamo il sapone o la candeggina con il detersivo.
2. Inseriamo nel secchio la testina del mocio. Usiamo i guanti, ovviamente. Fondamentale è non entrare in contatto né con i detergenti né con lo sporco.
3. Eliminiamo l’acqua sporca e quindi riempiamo il secchio con nuova e pulita acqua. Aggiungiamo l’aceto bianco e il succo dei tre limoni. Lasciamo che la scopa sia in ammollo per un paio di ore.
4. Trascorso il tempo, lasciamo che la scopa col mocio asciughi. Al sole sarà meglio.

Come sappiamo, l’aceto e i limoni aiutano a disinfettare tutto e a eliminare il pessimo odore che si è generato. Questa operazione dovrebbe essere eseguita almeno un paio di volte la settimana.
Nota bene: il mocio andrebbe cambiato almeno una volta al mese e soprattutto dobbiamo usarne un paio, uno per cucine e bagni e un altro per corridoi, salotti e camere da letto.