Come pulire cisterne d’acqua e cosa succede se non lo fai?

Il serbatoio dell’acqua, detto anche cisterna della casa, è un elemento che poche persone puliscono e mantengono illibato continuamente. A volte, essendo lontano dalla nostra vista, ce ne dimentichiamo.

Dobbiamo ricordare che in esso viene conservato del liquido che usiamo tutti i giorni per cucinare, fare il bagno, lavarci i denti e svolgere altre mille attività. Per tale motivo, dovremmo capire che tenerlo illibato è molto importante e ci evita diversi problemi di salute.

Ma come dobbiamo pulirlo? Oggi vogliamo spiegarvi come fare. Seguite le istruzioni con noi.

Chiudere il rubinetto dell’acqua e la valvola del tubo di distribuzione interno. Apriamo la valvola e svuotiamo la cisterna fin quando non rimanga solamente l’acqua indispensabile per la pulizia.

Puliamo a fondo le pareti, il coperchio del serbatoio o della cisterna, possiamo aiutarci anche con una spazzola di plastica o di una scopa. Ricordate che possiamo usare ovviamente solo acqua e non detersivo. Rimuoviamo l’acqua dal serbatoio e sciacquiamo il tutto più volte.

Si noti che i rifiuti devono essere rimossi attraverso la valvola di scarico e non attraverso il tubo di distribuzione. Poi dobbiamo riempire il serbatoio per metà con acqua e aggiungere ogni mille litri, un litro di amuchina concentrata o mezzo litro, se la cisterna è di 500 litri.

Una volta fatto questo, lasciate l’acqua concentrata e lasciamola lì per almeno tre ore di tempo. Poi facciamo uscire l’acqua del tutto. Si noti che è necessario riempire e svuotare il serbatoio fino a quando il cloro in eccesso non sarà del tutto rimosso.

Riempite quindi la cisterna in modo da poter continuare a usarlo nel migliore dei modi. Più facile di così, effettivamente c’è poco!