Come evitare la condensa sulle finestre?

La condensa tende a formarsi quando l’aria umida entra in contatto con una superficie più fredda. È molto comune, infatti, soprattutto nel periodo invernare, trovarne tanta sulle nostre finestre, che hanno una temperatura più calda all’interno, ed una fredda all’esterno. La condensa può essere molto fastidiosa, soprattutto perché può portare in casa umidità, che è sempre malsana. Per questo motivo vi daremo alcuni consigli per evitarne la formazione.

1. far arieggiare la casa
La condensa si genera quando, ad esempio, facciamo una doccia calda, o quando cuciniamo. In questi momenti, è fondamentale far arieggiare le stanze, in modo che l’aria interna si rigeneri e la temperatura venga regolata. Basta aprire le finestre per circa dieci minuti al giorno, e disporre dei sistemi di ventilazione, riducendo così il rischio di umidità all’interno.


credit: pixabay/MiRUTH_de

2. avere un deumidificatore
Se la casa in cui abiti è particolarmente soggetta all’umidità, con conseguente formazione di condensa e anche di muffe, ti consigliamo di utilizzare una macchina deumidificante, in grado di eliminare l’umidità, riducendo così anche la condensa.

3. controlla sempre la temperatura media in casa
Proprio perché la condensa viene a formarsi a causa del contrasto tra temperatura interna ed esterna, ti consigliamo di mantenere una temperatura interna di poco superiore ai 17 gradi, senza mai esagerare col caldo, evitando così shock termici. Per controllare la temperatura, basta avere un termometro ideale per la misurazione della temperatura dell’ambiente.

4. rinnova gli infissi di casa
Se si possiedono finestre di vecchio tipo, il rischio di condensa in casa è molto alto. Le finestre di nuova generazione sono tendenzialmente in PVC, un materiale che isola e non genera punti freddi sulla superficie. È importante, poi, anche il tipo di vetro della finestra. In questo caso, il doppio vetro aiuta a ridurre notevolmente la dispersione termica, e per questo sono altamente consigliati. I vetri di bassa qualità generano facilmente condensa e disperdono il calore.