Come creare un ammorbidente per vestiti fatto in casa: cosa fare

Se vi dovesse finire l’ammorbidente, o magari avete voglia di crearvene uno in casa, utilizzando un’opzione più naturale, evitando quindi quei fastidiosi componenti chimici che la maggior parte dei prodotti in commercio presenta. La chiave della nostra ricetta è l’aceto. Questo ingrediente risulta davvero efficace in molti usi, oltre quelli culinari, aiutandoci nella pulizia della casa.

Inoltre aiuterà anche i nostri capi di vestiario, rendendoli più piacevoli al tatto. L’aceto, utilizzato nella lavatrice, non la danneggia in alcun modo, né nei macchinari, né nei tubi di scarico. Ma anzi, al contrario, fornirà una pulizia ottimale, riducendo la presenza del calcare accumulato. Per preparare il nostro ammorbidente avremo bisogno di diluire il nostro aceto e aggiungere una giusta dose di bicarbonato di sodio.

1. Per prima cosa prepariamo un contenitore di plastica e versate al suo interno prima l’aceto (la cui dose varia in base alle necessità) e in seguito un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Aggiungetelo poco a poco per evitare reazioni chimiche che farebbero frizzare la miscela.
2. Quando il bicarbonato si sarà sciolto aggiungete la quantità d’acqua necessaria, che corrisponde al doppio di quella dell’aceto e mescolate il tutto.

3. Ora tramite un imbuto, versate il liquido in una bottiglia di plastica, facendo attenzione che questa sia assolutamente pulita al suo interno.
4. Se volete potete anche aggiungere da 5 a 8 gocce di olio essenziale all’interno del liquido per fornire ulteriore profumo al vostro ammorbidente. Quello alla lavanda è particolarmente consigliato.

Ricordate sempre che i prodotti naturali fatti in casa, sono efficaci quanto quelli acquistati nei negozi, ma non generano problemi, quindi risultano perfetti per i soggetti sensibili, allergici o per i bambini più piccoli. Dimostrando quanto sia sempre meglio optare per qualcosa di naturale.

LEGGI ANCHE: Cosa fare dei calzini spaiati? Ecco 11 idee che ti torneranno utili!