Come coltivare aglio in un vaso

L’aglio rappresenta una componente storica e fondamentale della cucina italiana. I nostri agli, quello rosso ad esempio, sono riconosciuti in tutto il mondo come prodotti di eccellenza ed apprezzati anche dagli chef stellati. E’ impossibile tenere lontano l’aglio, anche perché costituisce un ingrediente simbolo di una dieta equilibrata.

Oltre che molto buono, l’aglio è anche ricco di vitamina E, magnesio e selenio, tutti e tre necessari al nostro fabbisogno quotidiano di vitamine. Inoltre, di recente è stata scoperta un’altra ottima caratteristica di questo bulbo: è un importante fungicida e consente di trattare le infezioni fungine. Oggi vi presentiamo il modo per coltivare l’aglio in casa e in pochissimo spazio!

Coltivare l’aglio in casa, infatti, ha moltissimi vantaggi: siamo sicuri che sia privo di pesticidi, che è un alimento biologico e ti aiuta a risparmiare! Inizia a mettere da parte i soldi per un viaggio e nel frattempo sai esattamente ciò che mangi. Come abbiamo già detto, per piantare l’aglio non avrete bisogno di tanto spazio, ma di un solo vaso.

Nello specifico, occorreranno:
1 testa d’aglio
1 vaso profondo 20 centimetri
Terriccio universale

Ecco come fare per crescere l’aglio in casa:
1- Comprate una bella testa d’aglio, dell’aglio che utilizzate abitualmente e separate delicatamente tutti i denti (o spicchi) senza danneggiare la buccia di ognuno di essi.
2- Riempite il vaso con la terra, ma lasciate 2-3 cm dal bordo superiore e livellate il terreno.

3- Ora procedete alla semina, seppellendo gli spicchi d’aglio ad una profondità di 10 centimetri, con la parte appuntita rivolta verso l’alto
4- Potete mettere fino a dieci spicchi d’aglio, lasciando 8 cm di distanza l’uno dall’altro
5- Vedrete comparire i germogli dopo qualche settimana.

Avere l’aglio in vaso è molto comodo: lo puoi lasciare in cucina vicino alla finestra, lasciandogli prendere un po’ di luce una volta germogliato. Per raccogliere l’aglio aspetta che le foglie più vecchie si secchino e tira via dalla terra l’intera pianta. Lascia asciugare il bulbo alla luce del sole per un paio di giorni e, passate queste 48 ore potrai già usarlo.