Chi ricorda Aziz de “I ragazzi della 3°C”? Ecco che fine ha fatto l’attore Isaac George.

Molti di voi ricorderanno il noto attore Isaac George, all’anagrafe George Oshoba Durojaiye, noto attore di origini nigeranie, famoso per aver interpretato differenti ruoli in film e serie tv durante gli anni ’80 e ’90.

Isaac era il maggiordomo Aziz a casa del Commendator Camillo Zampetti ne “I ragazzi della terza c” Ma molti lo ricorderanno anche in alcuni film dei fratelli Vanzina.

Sono ben 32 i film a cui ha preso parte in 20 anni di carriera, tra i titoli piu noti “Viuuulentemente Mia”, “Vacanze in America”, “Yuppies-I giovani di successo”. I ruoli che ricopriva erano di tagli prettamente comico.

Ha partecipato anche allo show comico di quel periodo “Drive In”. Inoltre fu un volto noto anche per molte pubblicità, alcuni di voi lo ricorderanno come testimonial di alcuni spot come Caffè Battista, Peperlizia Ponti o Renault.

Nel 1991 i suoi orizzionti professionali si sono aperti ad altre esperienze. Fa dei progetti per i ragazzi che hanno particolari problemi di comunicazioni, emozionali, di disagio ed emarginazione sociale collaborando con il Dipartimento della Cultura e dell’Educazione della provincia di Como.

Si apre a nuovi progetti e nuove collaborazioni in questo settore. Per tre anni collabora con la cooperativa sociale comasca “Prospettive”. Si occupa principalmente di tematiche relative al disagio giovanile attraverso anche progetti teatrali, nasce cosi il gruppo teatrale “Teatro è animazione”.

Viene a contatto con il Professor Waldo Bernasconi, psico-antropologo elvetico di una clinica privata di Lugano che gli propone di collaborare con lui, occupandosi di Teatroterapia.

La collaborazione con il professor Bernasconi, creò non pochi problemi ad Isaac, fu coinvolto nel caso che riguardò Waldo Bernasconi (ribattezzato il “guru dell’anoressia”) e il suo collaboratore Piero Billari, tutti e tre vennero accusati di abusivo esercizio della professione di medico, psicologo, dietologo e psicoterapeuta. Un caso che Isaac George come riportato da un intervista a “macomelosai.it” definì un’ingiustizia, basata su “eventi riguardanti la sfera politica e giornalistica” che lo costrinsero a subire “anni di menzogne e gogne mediatiche”.

Venne condannato a quattro anni e sei mesi per quello che lui considera ancora oggi una “Ingiustizia”. Dopo quel fatto è ritornato in Inghilterra, dove per 8 anni ha lavorato come “counsellor”. Qualche tempo dopo ha iniziato anche ad occuparsi di formazione di nuovi e giovani talenti in una prestigiosa scuola di recitazione di Londra.

Oggi all’età di 62 preferisce dedicare tutto il suo tempo alla sua grande famiglia. Ha 5 figli, fa il papà e il nonno con i suoi nipotini.