C’è posta per te: Non era mai successo prima, durante la storia di Gemma le immagini vengono oscurate

Tra le storie andate in onda a C’è posta per te, probabilmente quella di questa sera, che ha come protagonista una giovane donna di 34 anni che cerca il padre, è probabilmente la più breve mai trasmessa. Dura solo 11 minuti.

Ma non solo, la storia ha un risvolto davvero incredibile, infatti l’uomo a cui è stata recapitata la posta, ha rifiutato di andare in studio, ma ha anche vietato di diffondere la sua immagine durante la registrazione della trasmissione.

Nessuno ricorda che sia mai accaduto un fatto simile a C’è posta per te.

Sembra proprio la prima volta che Maria De Filippi, ovvero Queen Mary, come è ormai stata battezzata sul Web, si sia trovata di fronte ad un tale rifiuto.

Ecco perchè durante il racconto della storia da parte di Maria, il nome dell’uomo non è mai stato menzionato, ed è stata pure esplicitametne impedita la diffusione della sua immagine in tv.

La protagonista della storia, è Gemma abbandonata dal padre a soli 9 mesi. La Donna ha molto sofferto per questo abbandono, che ha lasciato qualcosa di irrisolto nella sua vita.

Per questo motivo, infatti, vorrebbe conoscere il padre, vederlo e magari trovare qualche risposta alle tante domande che fino ad ora si è posta, circa il suo abbandono.

Ma Gemma resta veramente pietrificata, quando Maria De Filippi, rivela ciò che è successo quando hanno consegnato la busta con l’invito al “padre”.

In studio così come a casa nessuno ha visto la consegna della posta al padre di Gemma, ma è apparso in sovraimpressione la scritta: “Il padre di Gemma ha successivamente richiesto di non trasmettere la sua immagine”.

Certamente delusa, ma forse anche preparata per un fatto simile, Gemma rivela a Maria De Filippi:

“Maria, un po’ me lo aspettavo. Ho sempre pensato che fosse un vigliacco e oggi ho avuto la conferma.

Gemma ha voluto che la sua storia fosse mandata in onda, per un motivo ben preciso, ecco cosa ha detto “saranno sicuramente davanti la tv, colgo l’occasione di dire ciò che penso di lui. Io non so se la sua famiglia è al corrente della situazione. non so se sa che esisto”

Ed ha aggiunto “Avrà trovato dei suoi simili. Io, da madre, non posso concepire mai la convivenza con un uomo che ha abbandonato la propria figlia. Mi auguro che le figlie non provino quello che ho provato. Mi vergogno per lui e mi fa pena”

Maria cerca di consolarla e poi dice a Gemma “il fatto che non si sia presentato è una cosa in più ma che vale in zero rispetto ai 33 anni prima.”

Gemma conclude: “Poteva riscattarsi e non l’ha fatto”

Ecco la breve storia in questo video.

Total
255
Shares
Related Posts