Buttate il liquido del mais? Non fatelo, è un errore!


Avete mai pensato che determinati liquidi presenti nei cibi possano avere uno scopo diverso, rispetto a quello di essere semplicemente eliminati?

Ci sono liquidi derivanti dalla cottura di certi alimenti o che si trovano nei cibi in barattolo, che riescono a dimostrarsi molto più utili di quanto pensiamo. Oggi vogliamo fornirvi alcuni consigli per riutilizzarli al meglio.


credit: pixabay/picjumbo_com

1 Acqua di cottura della pasta
Molte persone gettano semplicemente via l’acqua usata per bollire la pasta. Questa tuttavia è ricca di amidi, rilasciati proprio dalla pasta stessa e si rivela un ottimo addensante per le zuppe o per insaporire il sugo di pomodoro. Ricordatevi che si rivela anche un eccellente fertilizzante per piante.

2 il liquido del tonno in scatola
Se comprate del tonno in scatola, condito con olio extravergine d’oliva, dovete sapere che contiene molta vitamina D e Omega 3. Può essere un ottimo condimento per insaporire la pasta, le insalate di riso o le bruschette.


credit: pixabay/tadejabelak

3 Acqua di cottura delle verdure
Anche le verdure rilasciano molte sostanze nell’acqua in cui sono messe a bollire. Ricordate che potete usare l’acqua di cottura per insaporire salse e zuppe e che potete conservarlo in frigo fino a 24 ore, chiuso in un contenitore ermetico.

4 Il liquido nei legumi in scatola
Questo particolare liquido è chiamato aquafaba. In cucina si rivela molto utile ed è un ottimo sostituto degli albumi delle uova. Si dimostra un’ottima alternativa vegana per preparare meringhe e altri tipi di dolci.


credit: pixabay/AKuptsova

5 liquido dei sottaceti o dei prodotti sottolio
Questi liquidi possono essere utilizzati per arricchire molti piatti e persino come oli per condire le insalate o per marinare prodotti da forno.

6 Acqua di cottura delle patate
Anche questa, come nel caso di quella della pasta, contiene un grande quantitativo di amido. È un ottimo addensante e rende gli impasti molto più morbidi. Sfruttatela per la preparazione di focacce, pane, torte e ciambelle.


credit: pixabay/LoggaWiggler

7 Acqua di mais
Dopo aver fatto bollire le vostre pannocchie di mais, potete sfruttare la loro acqua di cottura per versarla nel vostro orto. Questa avrà un’ottima funzione nutriente per le vostre piante. Anche il liquido del mais in scatola può essere riutilizzato a patto che provenga da un’agricoltura biologica e non contenga pesticidi. Se siete certi della sua provenienza, sfruttatelo per insaporire le zuppe o per dare un tocco in più ai vostri pâté.