Avete presente i ragnetti rossi? Non dovete assolutamente schiacciarli! Ecco le motivazioni e come scacciarli via

In scienza sono chiamati Balaustium Murorum, si tratta dei ragnetti rossi, ma con i ragni non hanno molto a che fare. ragni e acari sono molto simili, perché appartengono alla classe arachnida e all’ordine Acarina, sono conosciuti come acari, sottoclasse degli aracnidi.

Ma il ragnetto rosso è chiamato in scienza Tetranychus urticae e appartiene alla famiglia dei Tetranychidae. Sono caratterizzati da una colorazione molto particolare: rosso, giallo, verde, arancio, e hanno piccolissime dimensioni.

Gli acari rossi sono della famiglia degli Erythraeidae, acari di colore rosso con lunghe zampe che li fanno muovere molto velocemente. Non bisogna appoggiarsi su di essi come dicono alcuni, perché quando vengono schiacciati, fanno fuoriuscire un liquido di colore rosso, emolinfa, molto simile al sangue.

Sono innocui per la nostra salute e quindi come fare per mandarli via se non si vuole ucciderli? I giardinieri consigliano di usare la candeggina o prodotti a base di piretro, un insetticida naturale usato in agricoltura, molto buono per la sua bassa tossicità.

Alcuni dicono che sono innocui per l’uomo e per le piante e ci liberano dagli escrementi di uccelli. Non si capisce perché allontanarli con così forza, quindi.

Ma ad alcuni dà fastidio la loro presenza: c’è chi consiglia di utilizzare dei decotti a basse di aglio da versare in delle bocce che ci consentono agevolmente di spruzzare questo infuso che li terrà lontani.

Altri consigliano infusi a base di tabacco che contiene nicotina, un veleno naturale, che però macchia abbastanza. Insomma, i rimedi per allontanarli ci sono, eccome.

Ora toccherà a noi scegliere quello che più ci aggrada per far sì che questi piccoli ospiti non infestino le nostre abitazioni, anche se ricordiamo che, in piccole quantità essi possono essere positivi per la cura di certi tipi di ambienti come si legge su qualche forum.