Atterra per sbaglio in mare, salvi tutti i passeggeri

I passeggeri in viaggio su un boing 737, aereo della compagnia di bandiera Papua Nuova Guinea, hanno avuto una bruttissima esperienza durante l’atterraggio.

L’aereo doveva atterrare al Chuuk International Airport, sull’isola di Weno, nello Stato di Chuuk, ma il comandante ha sbagliato manovra probabilmente a causa del forte vento e non è riuscito a centrare la pista d’atterraggio, finendo rovinosamente in acqua.

Per fortuna tutti i passeggeri si sono salvati.

L’aereo ammarato nella laguna Chuuk, ha iniziato a sprofondare nelle acque, ma i passeggeri sono riusciti a lasciare la fusoliera e si sono allontanati a nuoto.

Alcuni sono stati soccorsi dai pescatori della zona, che vista la scena si sono avvicinati con i loro barchini per prestare aiuto ai passeggeri in mare.

Sia i 36 passeggeri che gli 11 membri dell’equipaggio sono stati recuperati e portati in ospedali per procedere a tutti i controlli del caso.

Sarà stato un vero incubo per i passeggeri dell’aereo e anche una scena surreale per quanti si trovavano in riva.

Sui social sono spuntate le prime foto e alcuni video riguardo a quanto accaduto nell’isola del Pacifico che si trova negli Stati federati della Micronesia.

Dalle immagini si vedono i pescatori che prestano soccorso e l’aereo rimasto in acqua dopo aver sbagliato l’atterraggio probabilmente a causa del forte vento.

Davvero incredibile, quanto accaduto. Per fortuna che è andate bene per i passeggeri che si trovavano a bordo.

Di certo non dimenticheranno facilmente quanto accaduto.