Affascinante gattino sordo comunica con la sua famiglia con il linguaggio dei segni


Kafka, sì, avete capito bene, si chiama come il noto scrittore ceco, è un gatto sordo dalla nascita che fa parte di una famiglia che vive in UK, nel Berkshire. E i suoi proprietari però non hanno mai cercato di relegarlo in un angolo per via della sua sordità, ma anzi hanno sempre cercato di garantirgli una vita più che normale, poiché, possiamo dirlo, da loro ha imparato a comunicare con il linguaggio dei segni.

Una notizia veramente incredibile. James e Jo, una coppia under 30, ha deciso di adottare l’animale la scorsa estate dopo aver cambiato casa, quando si sono resi conto del suo problema, allora hanno iniziato a studiare dei modi per rendergli le cose molto più semplici come adoperare nei suoi riguardi il linguaggio dei segni.


credit: Youtube/Caters Clips

I gatti, compresi quelli che riescono a sentire ogni suono in modo normale, sono in grado di apprendere tutti i tipi di segni che l’umano riesce a insegnargli. Nel caso dei gatti sordi, anche il tatto o qualsiasi tipo di vibrazione diventa molto importante.

Ecco perché un forte colpo, per loro, diventa sintomo o segnale di qualcosa e allora si mobilitano per cercare di capire da dove proviene. La cosa veramente incredibile è che è molto difficile, a prima vista, capire per noi umani come un animale del genere possa imparare in così poco tempo un linguaggio teoricamente così complesso.


credit: Youtube/Caters Clips

Beh, sicuramente, come afferma lo stesso James, si tratta di qualcosa di molto particolare e ci vuole una certa pazienza, ma è anche vero che ormai le tecniche a nostra disposizione ci consentono di raggiungere in breve tempo risultati più che soddisfacenti. E voi avete mai assistito a una storia di questo tipo? Se sì, diteci la vostra. Siamo curiosi di ascoltare la vostra versione.