7 modi per usare l’acqua ossigenata per la pulizia della casa

Il perossido di idrogeno, più comunemente conosciuto come acqua ossigenata, è un composto chimico che ha la funzione di disinfettare e scolorire. Il più delle volte utilizzata per la disinfezione di tagli e/o ferite, l’acqua ossigenata in realtà è un ottimo alleato anche per quanto riguarda le pulizie della casa, riuscendo ad igienizzare tutto al meglio.

Questo perché, vista la sua potente azione disinfettante, il perossido di idrogeno, riesce a rimuovere germi e batteri dalla maggior parte delle superfici ed inoltre, avendolo tutti in casa, è poco dispendioso.

1. Pulire il frigorifero
Il frigorifero è uno degli elettrodomestici in cui si può accumulare un maggior numero di germi e di cattivi odori, provenienti dagli alimenti al suo interno. L’acqua ossigenata può rivelarsi un perfetto aiuto in grado di eliminare qualsiasi problema e igienizzando tutto al meglio. Basterà versare una media quantità di prodotto all’interno di un flacone con erogatore spray e spruzzeremo su tutte le pareti, facendolo agire per qualche minuto e che successivamente rimuoveremo con un panno pulito.

2. Igienizzare i taglieri
I taglieri da cucina sono tra gli utensili con la maggiore proliferazione di germi esistente. Solitamente creati in legno, i taglieri assorbono l’umidità e in questo modo sono più soggetti alla formazione di muffa. Un piccolo trucco, dopo averli lavati come di consueto con acqua e detersivo per i piatti, è quello di erogare il perossido di idrogeno sull’intera superficie, lasciando che questo si asciughi naturalmente.

3. Disinfenzione pentole e padelle
Quante volte abbiamo trovato il fondo delle nostre pentole e padelle incrostato e bruciato? Anche per questo l’acqua ossigenata è il prodotto che fa per noi. Basterà infatti creare una miscela con acqua ossigenata e bicarbonato di sodio della consistenza di una pasta e strofinarla su tutta la zona interessata, lasciando che agisca per circa 5 minuti. Infine rimuovere il tutto con abbondante acqua calda.

4. Sbiancante per vestiti
Come dicevamo all’inizio, questo prodotto è utilizzato anche come sbiancante e infatti è perfetto per eliminare le macchie dai vestiti bianchi. Basterà versarne una piccola quantità sulla macchia e strofinare; lasciare a riposare per 30 minuti e risciacquare.

5. Igienizzare spugne cucina
Le spugne che vengono utilizzate in cucina sono una vero e proprio cumulo di germi e batteri. Con il perossido di idrogeno per fortuna è possibile eliminarne ogni traccia, rendendole perfettamente pulite. Basterà creare una miscela di acqua calda e perossido di idrogeno suddivisi in uguale misura, immergere le spugne all’interno di questo e lasciatele all’interno del composto per circa 1 ora, infine rimuovetele e lasciatele asciugare.

6. Rimuovere la muffa
Quante volte nelle piastrelle di cucina e bagno, a causa dell’umidità, abbiamo trovato formazione di muffa. In questo caso è possibile risolvere il problema erogando il prodotto direttamente nelle zone interessate e lasciarlo agire. Dopo qualche minuto strofinare il tutto e risciacquare. La raccomandazione è quella di asciugare bene.

7. Pulire i vetri
Strano ma vero, i vetri possono essere puliti con acqua ossigenata, soprattutto nel momento in cui non sprigionano la lucentezza voluta. Per risolvere questo problema basterà semplicemente versare l’acqua ossigenata direttamente sul vetro e pulire il tutto con della carta di giornale.