61enne lascia la famiglia per viaggiare per il mondo: “La nonna non deve crescere i nipoti”


A volte non sempre tutti siamo pronti a vivere una vita convenzionale, come farebbero tante persone, ma è lo spirito di avventura a guidarci. È il caso di Josefa Feitosa, una donna che, dopo essere diventata nonna, ha capito che dalla vita voleva qualcosa di più che restare in casa e vedere come i suoi figli crescevano i loro.

Dopo aver lavorato per tutta la vita, aver cresciuto dei bambini fino a vederli diventare genitori a loro volta, ha capito che non desiderava più condurre la sua solita vita. Josefa dunque ha preso un’importante decisione, che ha completamente cambiato il suo futuro.

A quel tempo la donna aveva tre figli e un nipote, di cui ogni tanto si prendeva cura, ma che ha improvvisamente abbandonato per seguire il suo sogno. Una volta venduto ogni suo avere, compreso la casa, i mobili e i vestiti, ha deciso di partire per il mondo e dimenticarsi di qualunque altra cosa.

Josefa ha cominciato a scoprire luoghi del mondo di cui non conosceva nemmeno il nome, visitando ogni giorno una meta diversa. Tuttavia il suo comportamento ha causato molto caos all’interno della vita dei figli.

In un primo momento, questi erano infatti convinti che fosse compito dei genitori prendersi cura dei loro figli, tuttavia con il tempo hanno capito che la loro madre non era come le altre e che in lei il desiderio di avventura era rimasto sopito per troppo tempo.

Questa donna è anche stata intervistata in merito a questa sua strana situazione e ha dichiarato che secondo lei, le nonne non sono fatte per prendersi cura dei nipoti e che non sta scritto da nessuna parte che devono sacrificare la loro vita, per renderla più facile ai figli.

Insomma una visione totalmente diversa e per certi versi difficile da accettare, da parte della maggior parte delle persone. Tuttavia Josefa sta vivendo il suo sogno. Ogni giorno pubblica su Instagram le immagini dei suoi viaggi e anche se questi non sono segnati dal lusso, la fanno stare bene perché le consentono di fare quello che ha sempre desiderato… esplorare il mondo.