3 cose da fare se stai soffocando e non c’è nessuno che puo’ aiutarti

Può capitare a chiunque di soffocare, parlando mentre si mangia o ingerendo qualcosa di troppo grande che finisce per ostruire le nostre vie aeree impedendoci di respirare bene.

Fortunatamente ci sono molti corsi di pronto soccorso durante i quali viene insegnata la manovra di Heimlich, ma come sappiamo, per poterla eseguire è necessario ci sia un’altra persona che sappia come fare per aiutarci.


credit: pixabay/nastya_gepp

Consigliamo a tutti di sostenere un corso di primo soccorso per imparare i metodi giusti per poter salvare delle vite. Ma come possiamo agire, invece, se ci ritroviamo in una situazione del genere da soli?

Ovviamente, se dovesse capitare di star soffocando mentre siamo soli e nessuno nelle vicinanze è in grado di aiutarci, è importante essere pronti ad affrontare questo momento difficile. Ecco quali passaggi seguire per salvarci in caso di soffocamento.


credit: Youtube/WeirdWorldTv

Innanzitutto, non bisogna andare nel panico. È importante, quanto più possibile, mantenere la calma. Per imparare questi passaggi fondamentali, è bene fare delle simulazioni a terra, come negli esempi in foto.

Come prima cosa inginocchiatevi a terra, tenendo il resto del corpo parallelo al suolo ed appoggiandovi a terra con i pugni chiusi e le braccia tese. Sollevate rapidamente le braccia con forza e spingete l’aria fuori dai polmoni.


credit: Youtube/WeirdWorldTv

Questa forte pressione sul petto vi aiuterà ad espellere ciò che probabilmente sta ostruendo le vostre vie aeree. Ripetere l’operazione più volte, in modo da essere sicuri di star cacciando fuori tutto.

Ovviamente, per essere sicuri di poter compiere una manovra simile, è bene esercitarsi, in modo da riuscire ad affrontare nel caso una situazione di soffocamento senza essere colti alla sprovvista.


credit: Youtube/WeirdWorldTv

Grazie al video esemplificativo di Jeff Rehman, un paramedico statunitense di 22 anni, che ha scoperto questo metodo efficace per salvarsi la vita, sarà molto semplice simulare le mosse da eseguire, per poi memorizzare tutto e trovarsi pronti ad affrontare un ipotetico soffocamento mentre ci si ritrova da soli. Un ringraziamento speciale a Jeff che ha studiato questo metodo che sarà in grado di salvare molte vite!