13 esempi di unghie decorate in modo bizzarro, non proprio di buon gusto


La manicure è una pratica amata da moltissime donne. La cura per le proprie unghie è qualcosa di veramente importante. Alcune donne riescono a gestire autonomamente i trattamenti di bellezza per mantenere una perfetta estetica nelle “punte” delle loro dita, mentre altre preferiscono affidarsi a mani più esperte.

La nail art a volte è molto più audace di quanto si possa pensare e in certe situazioni l’originalità di certe creazioni sfora un po’ dal seminato. In certi casi i risultati sono incredibili e certe artiste di questa tipologia di makeup riescono a creare dei piccoli capolavori.

Tuttavia in altre situazioni, invece i risultati sono alquanto discutibili. Oggi vogliamo farvi assistere a 10 esempi che mostrano come, determinati trattamenti di manicure possano davvero apparire bizzarri e in certi casi anche di cattivo gusto.

Siete curiosi di vedere questi esempi di creatività dal dubbio gusto?

1. A volte bisogna davvero volerci vedere chiaro.

2. Queste sono sicuramente molto attuali come tematica…

3. Per tutti gli amanti del film Disney “Frozen”… in questo modo sembra davvero di lanciare ghiaccio dalle proprie dita. Bisogna fare attenzione altrimenti ci si può fare davvero male.

4. Queste probabilmente fanno passare la fame, però davvero creative…

5. Probabilmente questa donna ama molto i chupa chups

6. Voleva che le sue unghie assomigliassero alla coda di una sirena… ma il risultato è alquanto strano.

7. Avete mai pensato di trasformare le vostre unghie in… denti? Ebbene, qualcuno l’ha fatto… questo renderà davvero felice il suo dentista.

8. Probabilmente ama i pistacchi… ma forse sono un po’ esagerate

9. Queste unghie sono davvero scomode per fare qualsiasi cosa… potrebbero anche apparire eleganti, ma per quale situazione?

10. Per questa particolare nails artist la creatività non ha limiti

11. Pur se lussuose non sembrano proprio eleganti

12. Probabilmente deve amare molto la pizza

13. Queste probabilmente sono le peggiori che vedrai… “acne on the nails”